Litiga con i familiari, minaccia i vicini e oppone resistenza ai carabinieri. Arrestato un dornese

Aggiornato il: ott 23

DORNO - Durante la serata di mercoledì aveva litigato con i genitori arrivando ad aggredire il padre, provocando un primo intervento dei carabinieri che erano riusciti a calmargli i bollenti spiriti, non senza fatica. Trascorse appena poche ora dal primo intervento, però, ha ripreso a dare in escandescenza, questa volta prendendosela con i vicini di casa. Per questo è stato arrestato un dornese di 34 anni, protagonista della furiosa lite. Sono proprio stati i vicini ad allertare le forze dell'ordine, chiamando il 112. Da lì il tempestivo intervento di una pattuglia dei carabinieri di San Giorgio. All'arrivo dei militari il 34enne stava prendendo a calci e pugni il cancello di ingresso e la cassetta delle lettere dei suoi vicini di casa per poi avvicinarsi minacciosamente verso di loro con minacce, insulti e un vero e proprio tentativo di aggressione, prontamente impedito dai carabinieri appena giunti sul posto. Ma non è stato facile fermarlo. Infatti è dovuta intervenire una seconda pattuglia in supporto della prima intervenuta. Nonostante ciò l'aggressore ha continuato a insultare e opporre resistenza ai militari, provocando una lesione a un carabiniere. Il 34enne ha trascorso la notte nella camera di sicurezza del Comando dei carabinieri di Vigevano, in attesa del processo per direttissima celebrato ieri mattina.