Liceo Omodeo: Giulia Galazzi e Marcello Cobuz Tiron talenti della Fisica

Un importante traguardo è stato raggiunto da due studenti dell’Istituto Omodeo di Mortara. Giulia Galazzi della classe 4^A liceo scientifico e Marcello Cobuz Tiron della 4^A liceo delle scienze applicate (nella foto) sono stati selezionati per partecipare alla prestigiosa Summer School, la scuola estiva, dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), con sede a Frascati. Sono 50 i ragazzi e le ragazze che parteciperanno da tutta Italia. I due studenti dell’Omodeo, che hanno un profitto meritevole in particolare in matematica e fisica, avranno la possibilità di condividere con altri cinquanta coetanei, provenienti da tutta Italia, un percorso di una settimana alla scoperta dei principali temi della fisica moderna, con approfondimenti sulle attività condotte dall’ente di ricerca. “L’iniziativa – spiega la dirigente del liceo Stefania Pigorini – ha lo scopo di favorire esperienze di conoscenza e di confronto fra la scuola e il mondo del lavoro tipico della ricerca scientifica, costituendo un valido momento formativo e orientativo rispetto alle scelte che gli studenti dovranno compiere una volta terminati gli studi liceali. Tra le attività proposte ci saranno lezioni frontali, attività dimostrative, attività e visite guidate presso i siti sperimentali”. Particolarmente significativa la scelta dell’INFN di promuovere una cultura improntata alla valorizzazione della diversità, all’inclusione, all’uguaglianza di genere, alle pari opportunità per tutti e per tutte, e di proporre il superamento di pratiche, apparentemente neutre, che hanno dimostrato un impatto negativo sulle opportunità di carriera delle donne. Per questa ragione lo stage è indirizzato a una studentessa e a uno studente per ogni scuola partecipante. Giulia Galazzi e Marcello Cobuz Tiron partiranno per Roma il 13 giugno, e torneranno il 17. “Mi entusiasma molto – dichiara Giulia – l’idea di poter visitare i laboratori all’avanguardia dell’INFN di Frascati, di entrare in contatto con gli esperti e i ricercatori per poter ampliare le mie conoscenze in fisica nucleare”. Anche Marcello è affascinato dal mondo della fisica nucleare e quantistica. “Potrò arricchire ed espandere – afferma – il mio bagaglio culturale in ambito scientifico e anche accrescere la mia autostima, dovendo passare del tempo da solo fuori casa”. L’estate tra la quarta e la quinta è sempre stata l’occasione per gli studenti dell’Omodeo di dedicarsi a uno stage orientativo, inquadrato nei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO). “Quest’anno scolastico – osserva Mattia Paganini, responsabile del PCTO del liceo scientifico e docente do matematica e fisica – vede un significativo incremento del numero di ragazzi interessati a svolgere un’esperienza presso facoltà e centri di ricerca scientifica. Su un totale di 31 ragazzi delle due quarte, oltre a Giulia e Marcello, cinque nostri studenti saranno impegnati presso il dipartimento di matematica e uno presso quello di fisica dell’Università di Pavia. Altri due frequenteranno invece un tirocinio presso la sede milanese dell’INFN alla scoperta delle astro particelle”. I giovani studenti dell’istituto cittadino saranno così immersi nell’affascinante mondo della ricerca scientifica, protagonisti di avventure che saranno certamente anche un modo per indirizzare le scelte del loro futuro prima universitario e poi lavorativo.

Massimiliano Farrell