Ladri nelle serre del Pollini: rubano 40 piante e imbrattano le pareti con bombolette spray

MORTARA – Ancora un ingresso indesiderato al Pollini. Questa volta i malviventi hanno puntato le serre di agraria, nella sede di via Marsala. È stato un assistente tecnico a scoprire martedì scorso, durante un sopralluogo di routine, l’assenza di 40 piante, oltre a scritte fatte con una bomboletta spray dalla vernice bianca che offendevano la polizia. Probabilmente il blitz è avvenuto nello scorso fine settimana, quello del 27 aprile. Ma le scuole, salvo attività di manutenzione e pulizia, sono chiuse e quindi tutto è stato notato giorni dopo. Adesso indagano i carabinieri di Mortara, che hanno ricevuto la denuncia. “Al momento il danno economico ammonta sui 200 euro – dichiara il dirigente scolastico Elda Frojo – ma tutto dipende se riusciremo a pulire le pareti della serra dalle scritte, rifatte da poco. Speriamo di riuscire a rimuovere tutto senza ulteriori costi. Considero questo gesto opera di idioti irresponsabili, gente che non si ferma neanche in un momento di difficoltà come questo”. L’attività delle serre è una delle poche al Pollini a non essere mai stata interrotta. Sono i tecnici a recarsi a turno per la manutenzione delle piantine. I malviventi evidentemente sapevano quando agire, molto probabilmente di notte. Un altro problema riguarda l’assenza di telecamere di sorveglianza. Una mancanza di vecchia data che di sicuro non aiuta. A fine gennaio i soliti ignoti erano entrati nel magazzino di via Marsala, sempre destinato alle esigenze dell’indirizzo agrario. Avevano rubato un flessibile e altri attrezzi, del valore totale di 400 euro, e poi si erano dileguati.