La Torre porta in biblioteca la moda ai tempi degli Sforza con l’esperta Paola Venturelli

Il libro è già presente alla biblioteca ‘Francesco Pezza’ ma l’autrice non era ancora venuta a presentarlo. Uscito ormai nel 2019, ha una forte attrattività per il pubblico mortarese, soprattutto chi segue e si dedica con passione al Palio. Mercoledì 25 maggio alle 21, in biblioteca, la storica dell’arte Paola Venturelli parlerà del suo “La moda alla corte degli Sforza” pubblicato da Silvana editoriale. Una studiosa specializzata in oreficeria e arti suntuarie conosciuta sia in Italia che all’estero che era stata ospite della Contrada la Torre nel 2003, quando aveva parlato dell’”Abbigliamento e ornamento prezioso in epoca sforzesca”. L’anno successivo era ad assistere al Palio mortarese con entusiasmo. Anche per questa occasione tornerà su invito della Contrada la Torre. L’Assessorato alla cultura di Mortara ha sostenuto invece la presentazione grazie a Paola Baldin che ha accolto benevolmente la richiesta di ospitare un’illustre ospite. Il libro si incentra in particolare sul rapporto intercorso tra la moda, Leonardo da Vinci e la corte sforzesca, negli anni dunque del duca Ludovico il Moro. Figure come Isabella d’Aragona, Beatrice d’Este, Cecilia Gallerani e Bianca Maria Sforza e altre sono le indiscusse protagoniste della moda di questa ricca corte che esibiscono le migliori fatture dell’eccellenza artigiana milanese. Tra innovazioni, amicizie, rivalità e scelte culturali, emerge dal libro uno straordinario scenario dove la figura di Leonardo spicca per ingegno e sagacità. Libro uscito per celebrare i cinquecento anni dalla morte di Leonardo, ne fa emergere una figura che si riconferma poliedrica ma in un senso ancora inedito che apre la strada a nuove vie di ricerca. Per Mortara è un’occasione importante con cui approfondire il percorso che da anni le contrade intraprendono alla ricerca di costumi sempre più magnificenti e aderenti al vero storico.

Vittorio Orsina