La sagra dell’Offella torna a pieno programma, da sciogliere il nodo del biscotto da passeggio

PARONA – La sagra dell’Offella ci sarà, e questo non era mai stato realmente in discussione (non saltò neanche nel 2020, anche se fu in tono minore). Si terrà il primo weekend di ottobre, a Parona. Sarà l’edizione numero 54. La Pro Loco nell’assemblea di martedì sera ha iniziato a definire un programma di massima. Si torna circa come negli appuntamenti pre Covid, con una sola differenza: forse niente bambini che distribuiscono le offelle gratis dai carri allegorici. Un peccato per chi amava “fare scorte” e mettere in saccoccia, ma una garanzia in più di sicurezza sanitaria. “Non era mai stato in dubbio il concetto di “fare la sagra” o meno – chiarisce Gabriele Colombo, presidente della Pro Loco – ma bisognava limare i dettagli. La sfilata dei carri è confermata, pur col dubbio delle Offelle sciolte da dare o meno ai passanti. Per il sabato sera è stato deciso di puntare su un’orchestra, quindi di far ballare, rinunciando al concerto in piazza Nuova. La cerimonia inaugurale avrà tutto: Pasqualina e Pinotu, le carrozze con l’arrivo presso il municipio, la banda musicale. Dobbiamo solo capire se fare tutto all’aperto, come lo scorso anno (era per motivi Covid, ma ci era piaciuto) o se tornare in sala consiliare, come sempre. Rimane confermata anche la gara ciclistica del sabato pomeriggio. Per il resto vedremo a inizio settembre quali saranno le prescrizioni sanitarie in vigore, e la situazione generale”.

Davide Maniaci