La Pro Mortara entra nel pallone, il progetto del settore calcio a tinte gialloblù pronto a partire

MORTARA - Dove eravamo rimasti? Esattamente cinque mesi fa, quando poco prima che il Covid cambiasse il mondo, proprio su queste pagine anticipavamo il progetto della Pro Mortara di attivare il settore calcio. Il nastro riparte da dove si era fermato e oggi la Pro annuncia la nascita del terzo ramo della sua ormai radicata vocazione polisportiva. “Ci siamo affiliati alla Federazione - conferma il direttore tecnico gialloblù Matteo Gallina (nella foto) - non appena i soci hanno dato il via libera al progetto”. Lunedì sera il direttivo del sodalizio presieduto da Giovanni Sotti si è infatti riunito per riprendere il discorso lasciato giocoforza in ghiaccio per diversi mesi. “Presto - prosegue Gallina - parleremo alle famiglie. A tutte quelle che lo desiderano. Il settore calcio sarà innanzitutto un settore di educazione sportiva, prima per i genitori e poi per i bambini e i ragazzi. Il progetto è a lungo termine, ma ben delineato. Non ci interessa partire con grandi numeri, ma partire bene, dalle basi”. L’offerta della Pro si rivolge ai bambini di età scolare, dai primi calci (2014) fino ai nati nel 2009. Almeno per il momento. Ci sarà un direttore sportivo e uno staff di tecnici che hanno studiato scienze motorie, ma i nomi per ora sono ancora top secret. “Prima parleremo con le famiglie - chiude Gallina - perché è innanzitutto a loro che ci rivolgiamo”. E il Mortara Calcio? “Non vogliamo certo né scatenare polemiche, né portare via i bambini a nessuno. Ho incontrato già il presidente Massimo Sommi sul tema e gli manderò un nuovo messaggio”. Intanto la Pro ha già fatto richiesta per l’utilizzo del campo sportivo.

Riccardo Carena