La pedalata abusiva si conclude in ospedale

VIGEVANO – Si trovava in compagnia di altri due ciclisti alle porte di Milano, ed era già stata multata poche ore prima dai carabinieri di Corsico. Non c’era alcun motivo valido per cui questi giovani di Vigevano potessero trovarsi lì. Erano stati subito invitati a tornare a casa. La pedalata è continuata e la donna, 30 anni, vigevanese, intorno alle 2 e 15 della notte tra domenica e lunedì è stata urtata da un furgone che consegnava i giornali. Ieri, martedì, le sue condizioni erano disperate. Si trovava ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Niguarda di Milano. Ha riportato un fortissimo trauma cranico, la frattura della clavicola, traumi a fegato e milza. L’incidente è avvenuto nel territorio comunale di Gaggiano, lungo la 494. L’autista si è subito fermato a prestare soccorso. La donna, colpita nel buio, era stata sbalzata a oltre quattro metri di distanza, rovinando sull’asfalto. I soccorritori l’hanno intubata sul posto e trasportata al Niguarda via elisoccorso, decollato da Como. Sul posto, all’altezza di Cascina Rosa (nella foto), sono arrivate anche due ambulanze per prestare i primissimi soccorsi. L’autista, 39 anni, è illeso. Sulla dinamica esatta dell’incidente indagano i carabinieri di Abbiategrasso.