La Camera di Commercio punta sull’oca e crede nel Consorzio di tutela

MORTARA - L’obiettivo è quello di valorizzare la produzione delle eccellenze d’oca mortaresi. E per realizzarlo scende in campo la Camera di Commercio. Lo fa con un’iniziativa senza precedenti convocando tutti i produttori, consorzisti e non, del salame d’oca di Mortara. La riunione si è svolta martedì pomeriggio, alle 17 e 30, nella sede dell’Ascom in corso Cavour. L’incontro di martedì, però, è il secondo step di un cammino iniziato giovedì 17 marzo, quando il commissario della Camera di Commercio Giovanni Merlino venne in città, sempre nella sede Ascom, per toccare con mano la situazione legata al Consorzio di tutela del salame d’oca di Mortara Igp. Alla prima riunione erano presenti, oltre a Merlino, il direttore operativo di Paviasviluppo Danilo Rossini, il direttore di Ascom Pavia Gian Pietro Guatelli, il presidente di Ascom Mortara Edoardo Rossi, il segretario dell’associazione di categoria mortarese Alberto Zaverio, il presidente del Consorzio Gioachino Palestro e Fabrizio Giannelli, consigliere della Cciaa e membro della giunta. “Ognuno deve fare la propria parte e l’interessamento della Camera di Commercio è un fatto di non poco conto. – commenta Gioachino Palestro, presidente del Consorzio – All’incontro di ieri erano invitati tutti i produttori, non solo i consorzisti. Il nostro obiettivo è quello di aprire le porte del Consorzio e di allargare la produzione di un prodotto di qualità. Chiaramente chi entrerà nel consorzio dovrà offrire solo il prodotto certificato”.

Che tradotto vuol dire: se un produttore vuole aderire e ha le caratteristiche per essere accettato nel Consorzio, dovrà vendere unicamente il salame d’oca con il marchio Igp. La produzione del salame Igp costa ai produttori circa 400 euro all’anno e approssimativamente 50 centesimi per ogni chilogrammo di salame prodotto. I conti della serva sono questi. Il Consorzio si presenta con due novità. La prima è il ritorno alla Csqa come azienda certificatrice e la seconda è che alla riunione di ieri ha debuttato il nuovo direttore: è Mariella Corsico (nella foto). Figlia d’arte, il papà Battista è stato un vero e proprio padre della sagra mortarese oltre che storico presidente di Ascom Mortara.