La Bike DeLu di Fabio Alberti regala tre nuove biciclette per gli uomini di Curti

Nell’affare, se così si vuol definire, ci guadagnano tutti. Da una parte la Polizia locale, che riceve tre bici nuove di zecca senza che il Comune abbia sborsato nemmeno un centesimo, dall’altra l’azienda specializzata Bike DeLu di Albonese, che ritira una decina di biciclette che giacciono in deposito da mesi, se non anni, senza che nessuno le abbia mai reclamate. Si tratta di dueruote che i vigili hanno ritrovato e conservato in magazzino, o perché abbandonate o perché risultate rubate. Spesso però accade che i proprietari legittimi non si facciano avanti. Così con il tempo le bici accatastate, nella maggior parte dei casi ridotte a poco più di rottami, aumentano di numero e diventano un problema di spazio. “Grazie all’accordo con la Bike DeLu - illustra il comandante della Polizia locale Davide Curti - che ha ritirato alcune bici in custodia presso il comando da lungo tempo, in cambio abbiamo ottenuto tre nuovissimi modelli, che danno il via al rinnovamento della nostra flotta. Contiamo - anticipa - di poter proseguire questa collaborazione con l’azienda di Albonese. In autunno potrebbero arrivare altre due biciclette”. Intanto sono tre quelle già operative a disposizione dei vigili mortaresi, grazie anche alla regia, nemmeno troppo occulta, di Piero Colombo, uno degli agenti più a “impatto zero” dal punto di vista viabilistico, spesso in sella piuttosto che al volante. Dalla sua intuizione si è concretizzata la convenzione con la Bike Delù, che oltre ai negozi di Albonese e Novara gestisce anche una scuola di ciclismo diretta dal titolare, Fabio Alberti. “E’ un piacere dare una mano - ha detto durante la consegna di venerdì scorso - con qualcosa di concreto che consente ai vigili di avere nuove risorse per portare a termine il loro prezioso servizio”. La consegna delle tre biciclette griffate Bike Delù è avvenuta venerdì scorso all’ora di pranzo, davanti al comando dei vigili. Con il comandante Davide Curti e il titolare del negozio Fabio Alberti anche il sindaco Marco Facchinotti e l’assessore alla sicurezza Gigi Granelli, oltre a diversi agenti che non hanno perso tempo per dare un’occhiata ai tre nuovi modelli per renderli subito operativi. Si possono già vedere in giro per la città. La particolarità: il campanello elettronico imita il suono del fischietto del vigile. Impossibile non riconoscerlo.

Riccardo Carena