L’auto era diventata un market della droga: arrestato un marocchino senza fissa dimora

PARONA – E’ finito in carcere il marocchino beccato dai carabinieri con 60 grammi di cocaina e con più di mille euro in contanti. Nel pomeriggio di lunedì scorso, 26 luglio, i carabinieri della stazione di Mortara hanno fatto scattare le manette ai polsi di R.Y., un cittadino di origine marocchina senza fissa dimora e con precedenti penali. L’uomo ha trascorso la notte nelle camere di sicurezza della caserma di Vigevano in attesa del processo per direttissima che è stato celebrato nella mattinata di ieri, martedì 27 luglio. Il giudice ha disposto il trasferimento in carcere.

Verso le 17 di lunedì scorso, nel corso di un servizio di pattuglia finalizzato anche al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, la pattuglia dei militari dell’Arma, in via Doniselli a Parona, procedeva al controllo di una autovettura Citroên C3: al volante c’era il cittadino extracomunitario senza fissa dimora. Insospettiti, i carabinieri danno seguito alla perquisizione personale e del veicolo. E scoprono che la macchina era in realtà un supermarket della droga.

Occultata in più posti all’interno dell’autovettura, i militari hanno scoperto 60 grammi di cocaina suddivisa in 67 dosi, pronte per essere vendute. Ma non è finita qui: i carabinieri hanno rinvenuto anche 1.245 euro in contanti probabile provento dell’attività di spaccio.

La droga e i soldi sono stati sottoposti a sequestro. L’uomo, ora, si trova in carcere.