L’auditorium torna a riaccendere le luci, ma in sala c’è spazio per soli 183 spettatori

L’auditorium “Città di Mortara” ora è pronto per tornare a ospitare il pubblico e, soprattutto, gli spettacoli. E lo potrà fare grazie al Pool Mortara Sport, che continua a gestire la struttura, mentre gli altri edifici, quelli più propriamente sportivi, sono stati affidati da due anni a AsMortara. Il teatro di viale Dante è stato oggetto nella scorsa settimana di alcuni interventi logistici resi necessari dalle normative legate alla pandemia, così da poter tornare ad accendere le luci del palcoscenico spente ormai da tempo. “Nello specifico – illustra Ilaria Dolara, presidente del Pool – abbiamo provveduto ad adeguare la capienza massima degli spettatori in relazione alle nuove disposizione di legge”. Degli oltre 400 posti a disposizione, tra platea, gradoni e galleria, ora se ne contano 183. “E’ la capienza massima consentita in relazione alla superficie dell’auditorium – conferma la numero uno del super sodalizio sportivo – per questo motivo sono stati applicati degli adesivi negli schienali delle poltroncine della platea che non potranno essere occupati dal pubblico”. L’ormai noto a tutti “metro di distanziamento” ha così imposto che due posti su tre dovranno rimanere vuoti. Le poltrone infatti hanno una larghezza inferiore ai 100 centimetri, per questo durante gli eventi e gli spettacoli ce ne saranno due vuote e una occupata dallo spettatore.

“Nei gradoni invece – prosegue Ilaria Dolara – sono stati applicati ulteriori adesivi per distanziare il pubblico, visto che non vi sono poltroncine. In galleria invece abbiamo provveduto a rimuovere alcuni posti a sedere, distanziando le poltrone rimaste di un metro una dall’altra”. Ma la gestione dell’auditorium da parte del Pool non riguarderà più soltanto i servizi di custodia, pulizia, apertura e chiusura della struttura a cura degli storici custodi Marcello Piana e Piero Assenza, ma anche della parte tecnica (comparto audio-luci-video) e dell’ormai indispensabile sicurezza. Sarà direttamente il Pool stesso a provvedere e sostenere le spese di questi servizi, a seguito della convenzione siglata con il Comune a dicembre dello scorso anno. Di fatto, però, a livello operativo la gestione è iniziata da settembre, visto che dall’inizio dell’anno non sono andati in scena spettacoli in auditorium, per i noti motivi. Il primo appuntamento è in calendario il prossimo sabato 18 settembre, con lo spettacolo che inaugurerà la riapertura della struttura dopo pandemia, lockdown vari e zone gialle e rosse. Si tratta dello show con la regia del Magistrato delle Contrade “Palio, una favola lunga 50 anni”, che ripercorre mezzo secolo di corteo storico e del Palio “Città di Mortara”. I riflettori si accenderanno alle 21 e 15 e la prenotazione è richiesta, oltre al Green pass. “Desidero ringraziare – conclude Ilaria Dolara (nella foto) – oltre al Comune che ha rinnovato al Pool la fiducia per la gestione dell’auditorium, anche Marico Ferrari, che si occupa dell’impianto audio-luci-video e della parte tecnica, Renato Prosino, che ha formato i nostri custodi Marcello Piana e Piero Assenza sul tema della sicurezza e in particolare Antonella Ferrara, responsabile del settore cultura del Comune di Mortara, con la quale abbiamo creato un ottimo e proficuo team”.

Riccardo Carena