L’Anffas torna “a fare mercato” per vendere strenne natalizie e simpatiche idee regalo

Dopo due anni di stop, l’Anffas torna al mercato per la vendita dei prodotti artigianali natalizi realizzati dai ragazzi ospiti di Casa Madre. Venerdì scorso, 26 novembre, è stato il turno del mercato di Mortara, dove Anffas era presente con un bancone di prodotti artigianali. Ma gli appuntamenti che devono ancora venire sono numerosissimi. Sabato prossimo, 4 dicembre, la vendita si sposta a Parona presso la Chiesa di San Pietro Apostolo dalle ore 17 alle ore 19. Venerdì 10, sabato 11, venerdì 17 e sabato 18 presso la sede Oftal in vicolo San Lorenzo, 7, a Mortara torna poi il mercatino natalizio dei ragazzi Anffas, aperto al mattino dalle 9 e 30 alle 12 e al pomeriggio dalle 16 alle 19. Dal 4 dicembre, inoltre, al centro commerciale Bennet di Parona i volontari Anffas confezioneranno pacchi natalizi per i clienti che lo desiderano, con offerta libera. I volontari saranno presenti nei fine settimana, l’8 dicembre e in tutta la settimana che precede il Natale. Per scaldarsi in vista delle numerose iniziative che attendono i ragazzi nel mese di dicembre, lo scorso sabato 27 novembre gli Alpini di Robbio hanno preparato le caldarroste per tutta la numerosa famiglia Anffas. “Ogni anno – commenta l’operatrice della cooperativa “Come Noi” Miriam Bovo – vendiamo i prodotti artigianali realizzati dai nostri ragazzi nelle varie sedi. I fondi che otteniamo vengono poi riutilizzati per finanziare le nostre attività. Nei due anni precedenti, purtroppo, a causa del Covid non abbiamo potuto fare tutto ciò. Riteniamo la vendita dei prodotti artigianali natalizi un appuntamento importante con la cittadinanza mortarese, per far vedere la nostra presenza sul territorio e che i nostri ragazzi sono in grado, nonostante le loro difficoltà, di fornire un contributo attivo”. Gli oggetti in vendita sono realizzati con prodotti molto semplici da lavorare e da maneggiare, tra cui legno e carta.

Massimiliano Farrell