#ioapro1501: la Prefettura di Pavia invita a sospendere la protesta


PAVIA - Non aprite! E' questo l'appello che arriva dalla Prefettura di Pavia agli esercenti che hanno preso in considerazione la possibilità di partecipare alla manifestazione di disobbedienza civile in programma venerdì 15 gennaio. Questa mattina, a Pavia, si è svolto la riunione del Comitato provinciale per la sicurezza con la partecipazione dei vertici delle Forze dell'Ordine, dei rappresentanti dei Comuni di Pavia, Vigevano e Voghera, della Camera di Commercio e di Ascom. All'ordine del giorno c'era la manifestazione #IOAPRO1501 in programma domani che, nelle intenzioni degli organizzatori, puntava alla disobbedienza civile soprattutto di baristi e ristoratori. "Nel richiamare l'attenzione delle Forze di Polizia sulla necessità di vigilare sul rispetto delle norme anti Covid, - si legge in una nota - la Prefettura ha voluto richiamare al senso di responsabilità tutte le categorie economiche e produttive, evidenziando la necessità di rispettare i provvedimenti governativi". Di qui l'invito a sospendere forme di protesta in contrasto con le misure di contenimento del contagio che potrebbero mettere a rischio la salute pubblica oltre ad aumentare la collettività sociale.