In San Lorenzo la veglia diocesana per l'unità dei cristiani


MORTARA - Si svolgerà domani, venerdì 21 gennaio alle 21, la veglia diocesana di preghiera per l'unità dei cristiani. Il tema di quest’anno è ispirato alla visita dei Magi al neonato Re, come descritto nel Vangelo secondo Matteo: “In oriente abbiamo visto apparire la sua stella e siamo venuti qui per onorarlo”. La celebrazione della veglia sarà presieduta dal vescovo di Vigevano monsignor Maurizio Gervasoni, concelebranti il parroco di San Lorenzo don Marco Torti e il vice parroco don Carlo Cattaneo. Saranno presenti il pastore evangelico Eduard Ottoboni, padre Kristian, degli ortodossi rumeni, padre Sergio Mainoldi, ortodosso russo, e padre Davide, kopto ortodosso.

La celebrazione "ecumenica" si svolge nella settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, fissata dalla Chiesa cattolica dal 18 al 25 gennaio. Le confessioni cristiane guardano così a "ciò che unisce e non ciò che divide", in un lungo percorso di dialogo. Nella liturgia cattolica della Passione del Signore, nella Preghiera universale, si prega per l'unità dei cristiani affinché "il Signore Dio nostro raduni e custodisca nell’unica sua Chiesa quanti testimoniano la verità con le loro opere". I cattolici, dunque, innalzano preghiere affinché tutti i cristiani tornino in comunione con Roma per arrivare alla salvezza eterna. Tema questo ripreso anche dal Concilio ecumenico Vaticano II, con la costituzione Lumen gentium che afferma "questa Chiesa peregrinante è necessaria alla salvezza", oltre che dal Catechismo della Chiesa cattolica.