Il parco Nuovi Nati rivive grazie al Pool: sarà la casa dello sport per i prossimi 20 anni

Il sogno di una casa per lo sport per i prossimi vent’anni potrebbe diventare realtà grazie a un bando del Coni. E, oltre a risolvere il problema del Pool di poter avere a disposizione uno spazio per ospitare riunioni, attività sportive e anche ricreative, se si realizzerà risolverebbe anche la patata bollente dell’amministrazione che da più di otto anni cerca di “piazzare” la gestione del parco Nuovi Nati. Forse questa volta è quella buona. Parole già scritte e sentite a più riprese, ma che davvero oggi sembrano riempirsi di concretezza. Da questo punto di vista l’entusiasmo non manca in Ilaria Dolara, presidentessa del Pool Mortara Sport fresca di terza rielezione. “E’ vero – conferma la numero uno del supersodalizio sportivo mortarese – stiamo preparando il progetto per partecipare a diversi bandi che il Coni ha pubblicato a seguito dell’emergenza”. Favorire lo sport all’aperto è diventato infatti uno dei pilastri da cui dipende in gran parte l’assegnazione dei fondi. “In particolare – prosegue Ilaria Dolara – il Coni mette a disposizione fino a 250mila euro con il bando denominato “Sport nei parchi” e stiamo lavorando proprio a questo. Se arrivassero anche soltanto 50mila euro, per iniziare, potremmo già lavorare per la completa riqualificazione del Nuovi Nati”. Il progetto targato Pool Mortara Sport punta innanzitutto a creare uno spazio all’interno della struttura che prima ospitava il bar per le riunioni dell’associazione e delle società sportive che ne facessero richiesta. Il bar ristoro comunque resterebbe, trasformato in circolo privato. “Inoltre – prosegue la presidentessa – nell’area dell’ex balera verrà effettuata una nuova gettata di 20 metri per 40 per consentire l’attività sportiva all’aperto, dal karate, al pattinaggio, alla ginnastica e a tutte le discipline che si possono praticare su una superficie simile. Inoltre verranno ricavati anche degli spogliatoi all’interno della struttura principale per permettere ai ragazzi di cambiarsi”. Ma non c’è solo sport nella versione del Nuovi Nati secondo il Pool. “L’idea – anticipa Ilaria Dolara – è di riqualificare una struttura per metterla a disposizione di tutta la città e dei suoi cittadini di qualsiasi età. L’area giochi verrà completamente rinnovata, diventando così lo spazio ideale per i bambini più piccoli e per le famiglie. Dove un tempo sorgeva il lago, invece, realizzeremo dei campi da bocce per i meno giovani”. Ma c’è molto di più. “Il verde – conferma – sarà protagonista. Nella parte dietro alla struttura del bar, dove oggi cresce una sorta di foresta spontanea, questa verrà sistemata con la possibilità di installare tavoli per il pic-nic, all’ombra comunque di una vegetazione rigogliosa, ma ben curata”. In questo senso i sopralluoghi ci sono già stati. Hanno visitato il parco nelle settimane scorse sia la stessa numero uno del Pool che l’assessore Marco Vecchio, insieme a Cristiana Massarenti, la commercialista che ricopre anche l’incarico di consulente nazionale della Libertas, uno dei principali enti di promozione sportiva italiani. “Il progetto presto sarà presentato – conclude Ilaria Dolara – e comprenderà inoltre l’inclusione all’interno del perimetro recintato del parco anche del campo appena adiacente che sarà messo a disposizione per il calcio”. Un progetto ambizioso e certo a lungo termine, ma che oggi, almeno è il sentore che traspare dall’entusiasmo della presidentessa dell’associazione, sembra avere buone possibilità di trasformarsi in realtà. Nuovi Nati, sì forse questa è davvero la volta buona.

Riccardo Carena