Il PalaGuglieri fa acqua: lo sport riparte, ma solamente nel pallone e nella palestra delle medie

Piove sul bagnato per lo sport cittadino. E piove anche sul parquet del palazzetto. Tanto che il consigliere comunale di opposizione Giuseppe Abbà ha prontamente presentato un’interrogazione, corredata anche da numerose foto inequivocabili.

Eppure, il problema delle infiltrazioni che funestano il PalaGuglieri non sarebbe nuovo. Anzi, chi frequenta la struttura ne parla da quattro mesi. Eppure solo ora, a pochi giorni dal tentativo di riapertura dell’impianto per alcune attività, si stanno per progettare gli interventi di manutenzione. “Molti cittadini si sono lamentati – tuona il consigliere di minoranza Giuseppe Abbà - per le condizioni del Palazzetto dello Sport. La struttura presenta numerose criticità, prima di tutto le infiltrazioni d’acqua. Questa situazione si trascina da circa quattro mesi. Inoltre da diverso tempo l’impianto è chiuso da diverso tempo: sarebbe stato del tutto possibile provvedere approfittando della sospensione dell’attività sportiva dovuta all’emergenza sanitaria. Chiedo all’amministrazione comunale i tempi e i modi di intervento, che si auspica i più rapidi possibili, per risolvere le criticità del Palazzetto dello Sport”.

Dall’altra parte della barricata l’assessore allo sport Luigi Granelli non si scompone e, anzi, assicura una soluzione in tempi rapidi. “L’eccezionale nevicata delle scorse settimana e le copiose piogge degli ultimi giorni – commenta l’assessore - hanno causato delle evidenti infiltrazioni d’acqua. Al più presto valuteremo l’entità dei lavori necessari per ripristinare la piena funzionalità dell’impianto. La cosa positiva è che tutti gli impianti pubblici gestiti da AsMortara nei prossimi anni saranno oggetto di lavori di manutenzione che miglioreranno notevolmente la loro fruibilità. Voglio ricordare, ad esempio, quanto già fatto presso l’impianto natatorio. Il prossimo passo riguarda il rifacimento dell’impianto di illuminazione del campo sportivo. Detto questo, non mancheremo di sistemare al più presto anche il palazzetto”.

Al momento non si conoscono però né tempi né costi. Il sopralluogo sul palazzetto avrà luogo nei prossimi giorni.

“Siamo a conoscenza dei problemi – aggiunge Simone Ciaramella – ma credo che sarà possibile rendere agibile la struttura in temi ragionevoli. Molto dipenderà anche dalle condizioni meteorologiche. Con un tempo clemente sarà più facile intervenire”.

Intanto lunedì 15 febbraio riapriranno i battenti altre due strutture pubbliche. All’interno della palestra delle medie e presso il pallone geodetico di via Troncone potranno svolgersi gli allenamenti di alcune discipline sportive. C’è il via libera per il basket, il volley, il pattinaggio e il twirling. Il Comune dovrà organizzare gli orari di utilizzo delle due strutture sportive al momento disponibile, dovendo inizialmente fare a meno del palazzetto. Alle società sportive spetta invece il compito di svolgere gli allenamenti facendo rispettare i protocolli di sicurezza diffusi dalle federazioni di appartenenza.

Luca Degrandi