Il Comune fa il porta a porta per le mascherine: distribuite solo una per nucleo famigliare

MORTARA – Casa per casa. Una per famiglia. Su tutta la città e alle frazioni. Inizia oggi, mercoledì 15 aprile, la distribuzione delle 6mila e 830 mascherine acquistate dall’amministrazione comunale. Sarà un’operazione lunga e laboriosa. In campo ci sono gli agenti della Polizia locale e alcuni dipendenti comunali. Ci metteranno giorni a consegnare i presidi sanitari in ogni buca delle lettere. “Andare casa per casa – commenta l’assessore ai servizi sociali Paola Baldin – è l’unico modo che abbiamo per dare una mascherina ad ogni nucleo famigliare. Diversamente sarebbe stato molto difficile creare un centro di distribuzione presso il municipio. Questa possibilità è stata esclusa per diversi motivi. Molte persone non vogliono o non possono uscire di casa, inoltre è sempre meglio evitare ogni tipo di assembramento. La scelta del porta a porta è sembrata la soluzione più giusta. Chiediamo solo di avere pazienza. Arriveremo da tutti, anche se con tempi diversi”. Ma il Comune non si è limitato a investire circa 5mila euro per le mascherine. Nelle busta in consegna da oggi, oltre alla mascherina, è contenuto anche un paio di guanti. “Non ci fermeremo qui – continua Paola Baldin – infatti abbiamo già messo in programma di effettuare un altro ordine analogo a questo. Con una seconda fornitura da oltre 6mila mascherine riusciremo a raddoppiare la fornitura per i cittadini. Capisco bene che l’ideale sarebbe stato fare una distribuzione contestuale di 15mila mascherine, ma è proprio questo il problema. Infatti non è semplice trovare un fornitore capace di consegnare oltre 15mila mascherine in un’unica volta”.

Luca Degrandi