Il Borgolavezzaro cavalca verso il secolo di storia, confermata in blocco tutta la rosa-salvezza

BORGOLAVEZZARO - Erano lanciatissimi verso la salvezza alla prima stagione in ritorno in Prima categoria, poi il Covid li ha fermati, come tutti. Ma ora i biancoazzurri di Borgolavezzaro sono pronti a ripartire con un nuovo sprint e, soprattutto, con il centenario già nel mirino. Nella stagione 1920/1921, infatti, iniziava la storia del sodalizio calcistico piemontese, che oggi sta vivendo una seconda primavera, grazie a un progetto ambizioso portato avanti in anni recenti. Dalla promozione in Prima categoria, ottenuta al termine di una cavalcata storica nella primavera del 2019, la formazione guidata da mister Angelo Rimola, confermatissimo sulla panchina biancoazzurra anche per il prossimo anno, nello scorcio dell’ultimo campionato giocato stava lottando con alterne fortune, ma comunque senza mai finire nella zona rossa della retrocessione diretta, per la permanenza in categoria. E con la stagione chiusa a 23 punti è arrivata la salvezza, seppur con lo sconto di non aver dovuto giocare i playout. Ora Borgolavezzaro riparte con la conferma in blocco dello staff: Angelo Rimola allenatore, Emanuele Fassina direttore generale e Marco Nipoti in qualità di team manager. Ma c’è anche un gradito ritorno, quello di Andrea Magni che ricoprirà il ruolo di direttore sportivo. “Anche tutto l’organico - aggiunge il team manager Marco Nipoti - è stato confermato, ma per rinforzarci cercheremo un innesto sicuro per ogni reparto durante la fase di mercato”. Intanto per celebrare al meglio la stagione che porterà al centenario, sono già stati ultimati alcuni lavori di miglioria al campo sportivo di proprietà del Comune. E’ stato realizzato un nuovo terreno di gioco per le giovanili e installato l’impianto di illuminazione a led sul campo principale. I lavori però hanno danneggiato il rettangolo verde e occorre riportarlo al più presto alle condizioni ottimali. Il Borgolavezzaro non ha certo tempo da perdere.

Riccardo Carena