Hockey, Lele Daglio manda i compiti a casa per i giocatori della Bonomi

CASTELLO D’AGOGNA - La recente ordinanza del presidente della regione Lombardia ha limitato ulteriormente l’attività motoria dei runner di provincia – o presunti tali - che saranno costretti a qualche corsetta in più sul tapis roulant e sessioni intensive di addominali per tenersi in forma. In questo senso, è corso (giusto per restare in tema) ai ripari il preparatore atletico della Bonomi, il barbutissimo Lele Daglio (nella foto), che ha inviato alla squadra una tabella settimanale di esercizi in attesa dell’ipotetico ritorno in campo. Una bella iniziativa quella dello staff biancoverde che non ha perso tempo stilando un programma che sia conforme ai regolamenti e, allo stesso tempo, allenante per gli atleti di Castello d’Agogna. I lavori funzionali erano già iniziati il 15 di marzo, con una sostanziosa parte di corsa all’aperto, salvo poi essere modificata a causa dell’ordinanza governativa. Nel rinnovato allenamento troviamo esercizi a intermittenza per la potenza aerobica, ma anche potenziamenti per arti superiori e inferiori, oltre agli evergreen burpees, crunch, plank e il salto con la corda. Parole d’ordine: cuore e grinta. Da sempre motto e arma in più dei lomellini. Importante in questi mesi sarà non perdere la condizione atletica per ripartire (si spera il prima possibile) con più gamba di prima. Per essere professionali serve anche questo, l’hockey italiano non può definirsi professionista ma deve essere professionale. Il compito finale spetterà ai giocatori, alla fine gli unici artefici del proprio destino. Bisogna ripartire, e anche di corsa.