Gropello, bevuta “abusiva”: barista e 17 clienti multati

GROPELLO – Tutti al bar in barba alle normative anti contagio. Poi arrivano i carabinieri e sono “stangate”! Nel pomeriggio di venerdì scorso, 5 marzo, i carabinieri della Compagnia di Vigevano hanno beccato con le mani nel sacco la titolare di un bar di Gropello ed alcuni avventori. I militari agli ordini del maggiore Paolo Banzatti (nella foto) erano in servizio per una operazione “ad alto impatto” di controllo del territorio, appunto per verificare il rispetto delle normative adottate per contrastare la diffusione del contagio da Coronavirus. I militari dell’Arma hanno così scoperto il locale pubblico di Gropello, che solo all’apparenza sembrava chiuso e che in realtà era normalmente aperto, con all’interno la bellezza di 17 avventori, sprovvisti dei dispositivi di protezione individuale (mascherine), intenti a consumare bevande.

Alla titolare del bar è stata elevata la sanzione di 400 euro per aver non aver rispettato il divieto di somministrazione bevande all’interno del proprio locale. La stessa sanzione è stata elevata anche nei confronti dei clienti “abusivi” sorpresi all’interno del locale pubblico, in assembramento, senza rispettare il distanziamento sociale e senza mascherina. La bevuta collettiva è così costata 7.200 euro.