Girava in macchina con una zanna d'elefante di un metro e mezzo. Deferito in stato di libertà

TROMELLO - Vantare una memoria d'elefante è senza dubbio una di quelle qualità di cui andare estremamente fieri. Ma gironzolare in macchina con una zanna di pachiderma di un metro e mezzo è tutta un'altra storia. Che ha, quasi, dell'incredibile. Eppure è andata proprio così.

Lo hanno scoperto i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Stradella che, nel corso del consueto servizio di perlustrazione e presidio del territorio, in località Tornello, hanno rinvenuto una zanna di elefante della lunghezza di 156 centimetri adagiata sul sedile posteriore dell'auto di un 52enne albanese residente a Broni.

E' accaduto martedì 28 gennaio. I militari, nel controllare l'autovettura del pregiudicato, non hanno certo potuto non notare la preziosissima e altrettanto protetta zanna d'avorio sui sedili posteriori. Da ulteriori controlli, inoltre, è emerso che il conducente non era in possesso della certificazione prescritta per possederla o trasportarla. E' finito così nei guai un 52enne albanese, pregiudicato, per detenzione di esemplare di specie protetta. La zanna è stata così immediatamente sequestrata dai Carabinieri e l'uomo deferito in stato di libertà.