Gianluca Genoni testimonial di Riso Scotti, l'azienda sarà premiata a Capri per la tutela dei mari

“Insieme per la sostenibilità” è il nuovo progetto della Riso Scotti che prevede il passaggio sempre più marcato verso un’economia sostenibile in tutti gli aspetti. E tra i protagonisti del progetto, in qualità di testimonial, direttamente dalle profondità marine, il mortarese Gianluca Genoni che, campionissimo nell’apnea con 18 record mondiali alle spalle, si occupa in prima linea di salvaguardia dell’ambiente. Un’attività che porta avanti da diversi anni con il ramo dell’azienda Riso Scotti Snack e che d’ora in avanti confluirà anche nel corpo maggiore dell’azienda.

“Di recente – racconta - ho preso direttamente parte all’evento organizzato nella sede pavese della Riso Scotti per il posizionamento della gigantesca statua di Leonardo, realizzata per l’anniversario del 2019 e ora acquistata da Scotti. È stata posizionata al centro del giardino a controllare lo svolgimento dei lavori. Leonardo ha significato molto per le nostre terre dato che ha contribuito molto alla rete idrica del pavese. E il nuovo progetto della Riso Scotti parte proprio dallo sfruttamento dell’acqua”. Sfruttamento che a comun buon senso sembrerebbe un enorme spreco del prezioso liquido. Non è così. L’acqua che viene usata per le risaie, infatti, viene assorbita dal terreno fino a giungere alle falde acquifere che arrivano fino alla foce del Po. E tramite l’azione delle piogge non viene sprecata nemmeno una goccia d’acqua. In sostanza il lavoro agricolo si inserisce senza intoppi in un meccanismo naturale perfetto.

“La Riso Scotti – prosegue Genoni – è un’azienda con una lunga storia che ha capito il valore di un’economia sostenibile, di una sostenibilità partecipata. Sempre più ha compreso il valore del riciclo. La mia attività con l’azienda è iniziata nel 2013 con il ramo d’azienda Snack. Con loro avevo iniziato e tuttora proseguo un discorso legato all’ambiente soprattutto inerente alla pulizia dei fondali marini. Il discorso però si è ampliato perché ci si è posti un semplice interrogativo: pulisco i fondali ma poi cosa me ne faccio dei rifiuti?

E così si è cominciato a pensare più seriamente al riutilizzo e al riciclo dei materiali. Ora anche l’azienda principale ha imboccato questa via e si impegna sul fronte della qualità del prodotto e sull’utilizzo migliore di energia per la produzione e il trasporto. Infine, lo sguardo è anche sul riciclo del materiale”.

Un’innovazione dei processi che non può che portare al meglio. Ognuno è chiamato a portare la propria esperienza per mettere a sistema nozioni, bisogni e scoperte. Gianluca Genoni non è da meno.

“Negli eventi a cui prendo parte – conclude – sono chiamato a portare la mia esperienza. Ho passato molti anni della mia vita tra le profondità marine, per me è naturale parlarne. Mi viene spontaneo salvaguardare un ambiente in cui trovo, ma non solo io, la serenità. Il 22 settembre saremo a Capri con la Riso Scotti Snack perché abbiamo vinto un premio legato proprio ai progetti di riuso e riciclo. L’anno scorso siamo riusciti a organizzare un evento a Santa Margherita Ligure. Per quest’anno sarà dura, va tutto molto alla giornata”. Ricordiamo che Gianluca Genoni fa parte anche del Blancpain Ocean Commitment.

Un progetto volto alla salvaguardia dell’ambiente marino per l’oggi e per il domani.

Scopo è documentare le bellezze del mare, magari meno conosciute, sparse in giro per il mondo in modo da capirne il bello e promuoverlo.

Tutto questo per poter formare una coscienza comune nei riguardi dei luoghi che abbiamo e che ancora possiamo preservare per il futuro.

Vittorio Orsina