Gattile, il Comune di Vigevano in prima linea per provare a salvare il “rifugio”

VIGEVANO – Un nuovo bando a favore delle organizzazioni impegnate nella tutela dei gatti e nella prevenzione al randagismo. Sarà questa la strada che il Comune di Vigevano proverà ad intraprendere con lo scopo di garantire la salvaguardia del Rifugio del Micio. Le volontarie che gestiscono la struttura situata in Strada Fogliano Superiore 165 hanno infatti avuto un incontro con il primo cittadino Andrea Ceffa il 26 luglio per discutere della situazione del gattile. L’amministrazione comunale ha voluto rendere noto che entro la fine del mese di settembre, verrà pubblicato il nuovo bando a favore delle organizzazioni impegnate nella tutela dei gatti sul territorio cittadino. “Speriamo che il nuovo bando terrà conto delle effettive esigenze del territorio vigevanese – è l’auspicio delle volontarie della struttura – e delle realtà che vi operano, e che il contributo permetta al Rifugio del Micio di far fronte, almeno parzialmente, alle necessità del gattile. Diversamente, l’associazione non potrà continuare con la propria attività. Siamo comunque fiduciose che la riunione intercorsa con il sindaco abbia posto le basi per una proficua collaborazione con le istituzioni”. Nel 2012 era stata approvata una delibera attraverso la quale il Comune si impegnava a concedere un contributo del 50% a parziale copertura delle spese sanitarie sostenute dall’associazione nell’arco degli ultimi tre anni. Nel 2020 veniva approvata una successiva delibera che prevedeva l’assegnazione di contributi a tutte le associazioni che operano a Vigevano nell’ambito della tutela degli animali d’affezione e prevenzione al randagismo. Lo stesso Ceffa più volte aveva provveduto a ribadire che l’amministrazione comunale non abbia mai manifestato la volontà di chiudere la struttura, bensì di volersi impegnare per trovare una soluzione.

Edoardo Varese