Garlasco: “Il Jolly è una famiglia: sacrifici, serietà e innovazione per portare avanti l’attività”

GARLASCO - Ad affermarlo è Jimmy, il titolare del Bar Jolly, un uomo molto apprezzato per l’empatia e l’affabilità con cui guida il proprio locale. Situato in Largo Primo Maggio, il Bar Jolly è, in condizioni di normalità, uno degli epicentri della vita notturna dei ragazzi di Garlasco e dintorni. Se si va al Bar Jolly si va da Jimmy e dalla sua famiglia, una famiglia di legami e di amici che sono cresciuti insieme con il suo locale. “Sono da sempre stato abituato a stare a stretto contatto con gli amici. Anni fa mi sono trasferito in Italia dalla Cina e a Garlasco ho avuto la fortuna di trovare una nuova famiglia, fatta di affetti e di sentimenti che sono cresciuti con il tempo. Mi manca davvero tanto abbracciare i miei ragazzi” racconta il titolare del Bar Jolly, che poi spiega: "Siamo rimasti aperti, attendendoci ai decreti, per i servizi di asporto, sia per Take Away che per consegne a domicilio. Il lavoro non manca ma l’attività è in una costante sfida quotidiana: è più facile coprire le spese piuttosto che ottenere un guadagno vero e proprio in questo momento difficile, ma proviamo a sacrificarci ogni giorno per mandare avanti il locale.” Non potendo fare leva sull’affluenza dei giovani, di Garlasco e non solo, nelle ore notturne, il Bar Jolly sceglie di puntare sul potenziamento del servizio di asporto. “Insieme con gli amici di ‘27026 nebbia e bianchino’ abbiamo intrapreso un’iniziativa innovativa - illustra il commerciante - in base alla quale ad alcuni di coloro che avessero postato su Instagram una foto dell’aperitivo da asporto consegnato dal Bar Jolly sarebbero stati offerti direttamente da me altri aperitivi. È un’iniziativa - prosegue Jimmy - che vuole rendere omaggio alla generosità dei ragazzi che mi sono sempre stati vicini, anche nei momenti di maggiore difficoltà”. Da sottolineare, peraltro, come poco fa accennato, l’adesione all’iniziativa da parte della pagina “27026 nebbia e bianchino”, una pagina nata sui social e gestita da ragazzi di Garlasco che mantengono il loro anonimato, utilizzata per post di carattere satirico e parodico aventi come sfondo la realtà garlaschese. Ciò a dimostrazione del fatto che anche con leggerezza e ironia si può essere di aiuto ad una attività commerciale. “Lo Stato fortunatamente ci ha assistiti e io, nel mio piccolo, insieme ai miei dipendenti, lotto ogni giorno per garantire un futuro alla mia attività, affiancato dalle mie due grandi famiglie: i miei parenti e i miei amici più cari”.

Riccardo Invernizzi