Garlasco, Camomilla Cafè: chiusi oggi per riprendere meglio domani

GARLASCO - Il Camomilla Cafè, situato a pochi metri di distanza da piazza della Repubblica, è un locale molto frequentato, in condizioni di normalità sociale e sanitaria, soprattutto durante la sera, in larga parte da giovani. È un locale all’interno del quale si può fare una buona colazione così come prendere un ricco aperitivo. Si può bere una birra nel dopo cena così come guardare una partita di calcio assieme agli amici e alle amiche davanti ad un grande schermo, si possono festeggiare lauree, ricorrenze e compleanni così come si possono scambiare due chiacchiere in compagnia di una buona musica di sottofondo. Attitudini, queste, di un pub e di un bar che, improntato sui grandi assembramenti, fatica enormemente a gestire un’emergenza sanitaria di questo tipo. Lo spiega Milena Forti, contitolare del locale che si configura come societá gestita da due famiglie, la famiglia Storari e la famiglia Giordano. “La nostra decisione è stata quella di sospendere momentaneamente la nostra attività. Il Camomilla è per antonomasia un centro di allegria e di spensieratezza e faremmo fatica a gestire le spese con il timore di non riuscire a tutelare, in questa fase delicata, la salute dei nostri clienti e dei nostri dipendenti.” Il locale, dunque, decide di mettersi in stand-by e opta per la chiusura immediata nell’attesa di un periodo migliore. “Non nascondiamo di essere un po’ demoralizzati - prosegue Milena Forti - quest’estate, dopo il primo lockdown, ci siamo preoccupati di fare rispettare tutte le regole e abbiamo investito per cercare di aderire a tutti i protocolli del caso ma con le nuove misure di restrizione, non lo nascondo, ci siamo sentiti soli e abbiamo quindi optato per una nuova chiusura, rinunciando anche all’asporto e alle tante colazioni che da diverso tempo coloravano le nuove abitudini dei garlaschesi.” Una decisione senz’altro sofferta, dunque, ma necessaria in un momento di estrema difficoltà, specie per un locale strutturato per i grandi numeri e per gli assembramenti di persone. “Attendiamo che la situazione sanitaria migliori- conclude la contitolare del Camomilla Cafè - e quando tutto sarà ripristinato ripartiremo con il sorriso e la serenità, i due ingredienti fondamentali che hanno da sempre contraddistinto la nostra attività”.

Riccardo Invernizzi