Furto sacrilego nella chiesa di San Michele: rubati i reliquiari del ‘700

LOMELLO - Risalivano al XVIII secolo ed erano stati realizzati in legno argentato in quattro esemplari. Ma due sono stati rubati dalla chiesa. Il furto sacrilego è avvenuto nella chiesa di San Michele durante la scorsa settimana, verosimilmente tra martedì e mercoledì. Ad accorgersi del furto è stato il parroco, don Mirko Montagnoli, che, entrando in chiesa nella mattina di giovedì scorso, 28 gennaio, ha notato che mancavano due dei quattro reliquiari lignei conservati nella chiesa parrocchiale. Il sacerdote aveva anche provato, per scrupolo, a chiedere al sacrestano se aveva rimosso i due reliquiari, ma la sua risposta negativa ha certificato i sospetti del parroco: è stato un furto. Il canonico ha immediatamente sporto denuncia contro ignoti nelle mani dei carabinieri di Mede. I militari dell’Arma dovranno ora cercare di recuperare la refurtiva. Secondo una prima ricostruzione sembrerebbe che i malviventi abbiano agito tra martedì e mercoledì questo perché martedì è il giorno del mercato settimanale e al mercoledì viene celebrata la Messa alle 8 e 30: in entrambi i giorni l’edificio di culto resta aperto al pubblico fino a mezzogiorno. Inoltre i ladri potrebbero essere stati disturbati durante la loro azione sacrilega: per questo motivo, probabilmente, hanno sottratto solamente due dei quattro reliquiari presenti nella chiesa di Lomello.