Furti e truffe al cimitero: il maxi dispiegamento di uomini non ferma le azioni dei malviventi

MORTARA - Super controlli al cimitero, con uno schieramento di forze che ha coinvolto i volontari dei Carabinieri in congedo e gli agenti della Polizia locale. Così in occasione della ricorrenza dei Santi e la commemorazione dei defunti l’assessore alla sicurezza Luigi Granelli (nella foto) ha schierato una dozzina di uomini a presidio dell’area del monumentale. Una mossa che ha posto un freno ai frequenti episodi di delinquenza che si sono registrati recentemente proprio nei pressi del cimitero. Infatti nei giorni scorsi ignoti malviventi hanno portato a segno il “classico colpo” del finestrino prendendo di mira un’auto parcheggiata all’esterno. La dinamica è quella, purtroppo, consueta. Dopo aver infranto il vetro della vettura e rubato la borsa lasciata all’interno il ladro (o i ladri) si sono dileguati senza lasciare ulteriori tracce. Secondo la ricostruzione del comandante della Polizia locale gli autori sarebbero degli zingari provenienti da Pavia. “Sono anche stati ripresi dalle telecamere - spiega Davide Curti - di alcuni centri commerciali, lo abituale terreno di caccia. Sono rapidi nell’individuare oggetti incautamente lasciati in auto per poi compiere il furto. Agiscono soprattutto nei pressi dei market”. L’elenco non è terminato. Giovedì scorso, invece, era andato a segno un furto con destrezza. Sottratto con l’inganno il portafoglio contenuto in una borsetta. Ma non è tutto, infatti non sono mancati anche alcuni tentativi di truffa. Come quello tentato ai danni di un’anziana signora impegnata a pulire la tomba di un congiunto. Operazione che stava compiendo dopo essere salita su una scala in modo da raggiungere il loculo posto in una delle file superiori. In queste circostanze un uomo le si è avvicinato “offrendo” gentilmente aiuto in cambio di 50 euro. Fortunatamente la vittima ha rifiutato l’offerta e ha evitato di lasciare in custodia la propria borsa allo sconosciuto dai modi apparentemente garbati.

“Purtroppo prima del fine settimana si sono verificati alcuni episodi spiacevoli – spiega l’assessore Luigi Granelli – e per questo devo ripetere il consiglio di non lasciare mai borse, documenti o soldi all’interno dell’automobile parcheggiata nei pressi del cimitero. Una buona norma da seguire sempre, anche quando si va al supermercato o da altre parti. Invece, per quanto riguarda i tentativi di raggiri all’interno del cimitero, la situazione è stata accuratamente monitorata nel corso di tutto il fine settimana. Voglio ringraziare pubblicamente tutti i volontari dell’associazione Carabinieri in congedo e gli agenti della polizia locale. Nella giornata di domenica il presidio dell’interno del cimitero è stato garantito da sei volontari e da sei agenti. Un totale di 12 persone che hanno fatto un ottimo lavoro”.

Luca Degrandi