Estetiste blindate, Beautique: corsi di aggiornamento, così si aspetta la riapertura

Le estetiste del centro estetico Beautique se l’aspettavano la zona rossa, che puntualmente è arrivata nel mese di marzo e le ha costrette alla chiusura. In queste settimane, Elena Grugnetti e Maria Raffaela Vernazzo (nella foto a sinistra) cercano di essere positive sul futuro, ma pensare al dopo e fare programmazioni al momento risulta molto complicato. Tra corsi di aggiornamento e di formazione online e promozione dei prodotti di bellezza tramite le piattaforme social, le estetiste fanno ciò che possono nel tempo che hanno a disposizione, e non si arrendono di fronte ad un futuro incerto. “Sia io che la mia collega – rivela Elena Grugnetti (a destra) – ci aspettavamo il ritorno in zona rossa, dal momento che i contagi fino a qualche settimana fa erano in continuo aumento. Nemmeno noi sappiamo bene come prenderla: cerchiamo di guardare con positività al futuro e di pensare al dopo, anche se per adesso è molto difficile fare previsioni. Utilizziamo il nostro tempo libero per seguire corsi di aggiornamento online e per promuovere i nostri prodotti sui social, nella speranza che qualcuno prima o poi possa anche venire ad acquistare i prodotti che pubblicizziamo. Finché siamo in zona rossa rimarremo completamente chiusi, e porteremo avanti tutto ciò che di fatto sta dietro al nostro lavoro”. Un lavoro che con il Covid non è più lo stesso di prima: anche in zona arancione e gialla, infatti, per via delle limitazioni negli spostamenti si lavora meno e si lavora male. Il ritorno alla normalità è il desiderio più grande per tutti. “Sui ristori – conclude Elena Grugnetti – è ancora troppo presto per dire se ci arriverà qualche aiuto dopo le nuove chiusure. Vedremo nelle prossime settimane che cosa ha in serbo per noi Draghi”.

Massimiliano Farrell