Dissesto idrogeologico: in arrivo da Regione Lombardia un milione e 850 mila euro per la Lomellina

Un milione e 850 mila euro per dire basta al rischio alluvioni in Lomellina. Il maxi finanziamento arriva dal Pirellone nell’ambito di un programma di 177 interventi per la difesa del suolo che viene finanziato con 150 milioni di euro. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, ha dato il via libera allo stanziamento di nuove risorse regionali per il Piano 2022, necessarie per programmare lavori di mitigazione sul territorio.

“Il programma mira alla mitigazione del rischio idraulico ed idrogeologico andando ad affrontare sia problemi strutturali, evidenziati dalla programmazione dell’Autorità Distrettuale di Bacino del Po (ADBP) nel Piano di gestione del rischio alluvioni e del Piano per l’Assetto Idrogeologico, sia problemi più puntuali di carattere locale, ma importanti per le comunità ed i territori – ha sottolineato Foroni – Questa ulteriore misura conferma l’attenzione di Regione Lombardia verso una tematica fondamentale per la sicurezza del nostro territorio, fragile e diversificato, e la volontà di ridurre il rischio per le popolazioni residenti con un’azione mirata contro il dissesto idrogeologico.” Inoltre, ulteriori 74 milioni di euro saranno disponibili, entro il mese di giugno, per i territori lombardi colpiti da alluvioni: i fondi verranno attribuiti a Regione Lombardia nell’ambito del PNRR, per realizzare ulteriori 128 interventi.

“L’impegno di Regione Lombardia – ha aggiunto l’assessore – non finisce qui. Questa iniziativa è complementare, infatti, agli ulteriori 74 milioni di euro, che verranno stanziati dallo Governo per i territori lombardi colpiti da alluvioni rimasti senza copertura finanziaria, su cui era stato dichiarato lo stato di Emergenza nazionale. Queste risorse, in fase di definizione con il Dipartimento di Protezione civile, verranno attribuite a Regione Lombardia nell’ambito del PNRR e ne seguiranno perciò le regole tecnico-finanziarie di utilizzo dettate dal Dipartimento”.

A ciò si aggiungono 14 ordini del giorno, già approvati dal Consiglio regionale, sempre in materia di difesa di suolo, per complessivi 3,7 milioni di euro per le province di Bergamo, Brescia, Como, Milano, Varese e Sondrio come previsto dalla delibera 6047/2022.

“Così facendo verranno messi a disposizione oltre 225 milioni di euro – puntualizza Foroni – distribuiti su 305 interventi portando così il totale degli stanziamenti del triennio 2020-2022 ad oltre 500 milioni di euro per l’intero territorio lombardo”.

“Nei prossimi mesi – ha concluso – valuteremo, anche di concerto con il Mite e l’ADBP, eventuali ulteriori necessità per dare ancor più sicurezza alla popolazione”.

Ieri mattina Margherita Tonetti, sindaco di Langosco, in municipio ha letto la comunicazione spedita da Milano. “Sinceramente – commentava ieri – mi è chiaro solamente che Langosco riceverà 300.000 mila euro, ma nel concreto non risulta scritto per quali interventi. Io posso solo intuire che si tratti di prevenire eventuali rischi idrogeologici lungo il fiume Sesia, ma ho preferito inviare a Regione Lombardia una richiesta a risposta scritta”.