Daniela Cattelan guida la corsa del Movimento 5 stelle a fianco dei “Dem” di Marco Barbieri

Ci sono liste civiche che sostengono un candidato perché “è una brava persona”. Ci sono liste di partito che aprono le porte anche candidai senza la tessera. E poi c’è il Movimento 5 stelle. Diverso da tutti gli altri e ben riconoscibile. Anche a Mortara. Nei grillini c’è una carta dei principi e dei valori da rispettare. Nei grillini contano i programmi, su quello si basano le alleanze. Nei grillini non ci sono i personalismi, tanto meno si discute di nomi, poltrone e incarichi. Infine, per i grillini, si possono candidare solo chi appartiene al Movimento. Senza le carte in regola non si entra nell’M5s. Una lunga premessa, ma indispensabile per capire cos’è e com’è la lista mortarese che vede Daniela Cattelan come capolista. Il Movimento 5 stelle è quindi un partito organizzato, con valori di riferimento ben distinguibili, che non devia la sua linea in base agli umori del momento della “piazza”. La squadra che si riconosce in questo progetto è composta, oltre che da Daniela Cattelan, da: Giovanni Arrigone (50 anni, impiegato), Rosanna Camarda (45 anni, insegnante), Chiara Citarelli (28 anni, administration manager),Giovanni Citarelli (63 anni, pensionato), Dante Claps (59 anni, pensionato invalido) Marco De Giorgi (44 anni, assistente odontoiatrico), Ambrogina Forti (66 anni, pensionata), Leila Gatti (51 anni, infermiera) Sebastiano Graziano (46 anni, restaurant manager) Salvina Greco (63 anni, pensionata invalida), Margherita Negri (52 anni, commessa), Gianluca Padovan (34 anni, operatore socio-sanitario), Pietro Pendola (28 anni, odontotecnico/studente universitario), Francesca Schiaccianoce (45 anni, impiegata bancaria), Pietro Venditozzi (40 anni, dipendente statale). Gli attivisti mortaresi del Movimento 5 Stelle si presentano con la propria lista a sostegno del candidato sindaco Marco Barbieri e in coalizione con la lista civica “Mortara 4.0” e quella del Partito democratico. Oltre alla capolista Daniela Cattelan i componenti del comitato organizzatore sono Giovanni Arrigone, Giovanni Citarelli, Pietro Pendola e Pietro Venditozzi.

“Il nostro rimane sempre un lavoro di squadra, rimaniamo fedeli ai nostri valori – spiega Daniela Cattelan - ben illustrati nello statuto del Movimento 5 Stelle voluto dal presidente Giuseppe Conte. Insieme ai nostri alleati vogliamo programmare una Mortara Nuova. Interpretiamo la politica e il buon governo come servizio, promuovendo il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse. A tal proposito progettiamo la creazione di una Consulta cittadina. Crediamo molto in questo progetto e sappiamo come realizzarlo. Le Consulte sono uno strumento utile per aprire un dialogo ed un confronto tra i cittadini e l’amministrazione. Crediamo che la partecipazione alla gestione della cosa pubblica sia, soprattutto oggi dopo la crisi pandemica, uno strumento importante per determinare una città migliore da vivere e da abitare”.

Nel programma, condiviso con la lista Marco Barbieri Sindaco, c’è una particolare considerazione alla salute, al verde, al decoro urbano e alla sicurezza. Peculiare attenzione per il quartiere di San Pio X e le frazioni. “Da quasi 7 anni abito alla frazione Madonna Del Campo – afferma Marco De Giorgi, attivista del Movimento - e in questi sette anni purtroppo ho percepito e vissuto la dimenticanza di questa frazione come tante altre. Vogliamo dare voce e cercare di fare rinascere le frazioni, impegnandomi per la valorizzandole e il miglioramento dei collegamenti con Mortara. Ascolteremo chi le popola per un sostegno a quelle problematiche dimenticate e ignorate forse per troppi anni”.

Luca Degrandi