Crede di essere Julia Roberts, ricoverata in Psichiatria la donna senza un nome

MORTARA – Buongiorno, sono Julia Roberts. Ma da due settimane è ricoverata nel reparto di Psichiatria del San Matteo di Pavia. La vicenda della donna smemorata è diventata un caso nazionale e per cercare di dare un nome (vero) ad una donna che è convinta di essere la protagonista di Pretty Woman. Nella seconda metà del mese di luglio la donna, di età compresa tra 40 e 50 anni, è misteriosamente apparsa alla stazione ferroviaria di Mortara. Qui è stata notata dai passanti in quanto mostrava evidenti segni di alterazione. Sul posto erano immediatamente intervenuti gli agenti della Polizia locale di Mortara. Gli uomini di Davide Curti l’hanno riportata alla calma (per quanto possibile) trasferendola poi al Pronto soccorso di Vigevano in quanto appariva evidentemente debilitata. Ovviamente senza documenti di riconoscimento e con la sola convinzione di essere la star di Hollywood. Ed è a questo punto che il Pronto soccorso di Vigevano è diventata la casa di Julia Roberts. La donna è stata dimessa il giorno seguente il ricovero, ma non sapendo dove andare tornava sempre nella sala del Pronto soccorso per passare la notte.

“Era ubriaca e senza documenti. – ha dichiarato un medico del Pronto soccorso di Vigevano all’Ansa - Quando si è ripresa ha rifiutato di essere visitata. Se n’è andata, ma alla sera è tornata lì a dormire, distendendosi sulle poltroncine della sala d’attesa. E così ha fatto per parecchie settimane, utilizzando i bagni per lavarsi tutte le mattine, andando in giro di giorno, forse a chiedere l’elemosina, e tornando in ospedale ogni sera. Era innocua, non disturbava, non chiedeva niente a nessuno. Anche per questo è rimasta per circa un mese e mezzo a dormire in sala d’attesa.” E’ stato così fino ai primi giorni di settembre, quando è stata trasportata al Pronto soccorso di Pavia e quindi ricoverata in Psichiatria. Dalle prime parole pronunciate non senza difficoltà al personale sanitario, sembra che la donna abbia un accento straniero. A Mortara sono arrivate anche le telecamere di “Chi l’ha visto?”: la nota trasmissione di Rai Tre ha indagato sia al comando della Polizia locale, sia tra i taxisti che popolano il piazzale della stazione. Non è da escludere che il caso possa essere trattato nella puntata che andrà in onda nella serata di oggi, mercoledì 30 settembre, alle 21 e 20.