Consiglio comunale: domani sera al centro del dibattito la sicurezza a Mede

MEDE – Non è usuale che gli attacchi più feroci all’operato di un assessore arrivino da chi fa parte della stessa squadra. Il tema “sicurezza” sarà uno degli argomenti cardine del consiglio comunale di domani sera, 31 marzo, alle 21 in sala consiliare: i punti all’ordine del giorno voluti da Simone Annibale Ferraris (nella foto), presidente del consiglio comunale riconfermato ed eletto per la lista Guardamagna, sono addirittura tre. Due mozioni e un’interpellanza. Il fatto di volere che se ne parli durante la seduta, e non nelle riunioni private di maggioranza, non può che essere una scelta precisa. L’interpellanza è rivolta direttamente all’assessore alla polizia locale, il vicesindaco Michela Greggio. Le viene chiesto se “dalla sua nomina (ottobre 2021) a oggi abbia preso consapevolezza delle criticità irrisolte proprio a tema sicurezza e se, pur nel rispetto dei diversi ruoli e delle ovvie differenze, abbia chiesto al comandante della stazione dei carabinieri di Mede un incontro, al fine di ottenere più collaborazione tra i carabinieri e la polizia locale”. “Una maggiore sinergia – prosegue Ferraris – tra forze dell’ordine nel recente passato aveva portato ad un maggior presidio del territorio e a un apprezzamento da parte dei cittadini”. E poi le mozioni: in una Ferraris vorrebbe “impegnare il sindaco e la giunta a predisporre i pattugliamenti serali da parte della polizia locale”. “Consapevole della necessità di contenere i costi – incalza il presidente del consiglio comunale – e certo che visto il numero esiguo i componenti della polizia locale non potrebbero fornire un servizio serale quotidiano e costante, prendo atto di alcune criticità. Per questo chiedo i turni di sera almeno venerdì e sabato”. Nell’altra la richiesta è di avere anche il supporto dell’associazione Carabinieri in congedo, utilissimi come sostegno negli eventi e in altre situazioni di bisogno. “Sono volontari – conclude Ferraris – esperti e formati, certamente in grado di affrontare le criticità in determinati frangenti”.

Davide Maniaci