Cilavegna, rimborsi per le società sportive. Si vota in consiglio giovedì

CILAVEGNA – “Aiutiamo lo sport in questi momenti tremendi”. Come? Rimborsando la quota pagata dalle società locali per l’uso del palazzetto dello sport di Cilavegna. L’impianto di via Giovanni Falzoni, non lontano dalla piscina e da Casa Serena, è di proprietà comunale. “Nel consiglio comunale di giovedì 26 novembre – anticipa l’assessore allo sport Valerio Battagin (nella foto) – voteremo le variazioni di bilancio per gli ultimi lavori da completare. Abbiamo deciso di iniziare ad aiutare le associazioni sportive che hanno utilizzato l’impianto a settembre e ottobre, prima delle nuove chiusure imposte dal Governo. Le tariffe di quei mesi sarebbero ammontate in totale a duemila euro. Verranno abbuonate. Valuteremo anche, in base alle risorse a nostra disposizione, come tendere una mano in futuro con altri contributi economici a seconda del bisogno”. La tariffa oraria di 8 euro per T.C. Cilavegna, B.C. Cilavegna, Skating Club, Pgc Volley e Arcieri Telemachos era già agevolata. Il Comune infatti fa lo sconto a chi promuove un settore giovanile. Ma la chiusura dopo neanche otto settimane di attività, unita alle iscrizioni anticipate già pagate, ha creato problemi a tutti. Per questo il Comune aiuta nell’unico modo che può, quello di non mandare tutti sul lastrico. “La mia opinione – conclude l’assessore – è che si dovesse ricominciare le attività e la stagione direttamente a febbraio 2021. Purtroppo temevo una recrudescenza autunnale dei contagi e le conseguenti restrizioni severe. Ma le federazioni hanno voluto diversamente, e le società si sono iscritte con notevoli sforzi organizzativi per i protocolli sportivi. Speravo di avere torto io, non ne avevo, ora spero che Governo e Regione le aiutino con ulteriori contributi economici. Qualcosa è stato fatto, non è sufficiente”.

Davide Maniaci