Cilavegna: porcilaia abusiva, via i primi 27 animali “comunali”


CILAVEGNA – Qualcosa si muove nel lungo e complesso iter di bonifica dell’allevamento abusivo nella periferia del paese. La Procura della Repubblica di Pavia ha dato l’ok allo spostamento dei primi 27 animali. “Ora, come del resto avevano richiesto – aggiunge il sindaco Giovanna Falzone – sta alle associazioni animaliste provvedere al trasferimento”. Nell’area oltre 114 tra suini (la preponderanza), bovini e altri capi come polli e conigli, erano stati trovati circa 600 chilogrammi di carne macellata senza autorizzazione, oltre a materiale edile di scarto. La carne è stata distrutta a spese del Comune: poco più di 3 mila euro. Sempre il Comune, nelle persone del sindaco e di Luciano Legnazzi, comandante della polizia locale, era stato nominato come custode e tramite volontari ha provveduto al nutrimento degli animali sequestrati.