Cilavegna: la festa di Sant’Anna torna a pieno programma dopo due anni ridotti

CILAVEGNA – Tradizione, preghiera e intrattenimento tornano al santuario di Sant’Anna, in occasione della festa che si svolgerà da sabato 23 a martedì 26 luglio. Dopo due anni di celebrazione limitate al solo programma religioso per la nota causa della pandemia, finalmente torneranno anche gli eventi folkloristici. La festa, molto sentita dalla popolazione cilavegnese, così come dal resto della Lomellina, sarà come di consueto organizzata dalla parrocchia di Cilavegna retta da don Giampaolo Villaraggia, dall’oratorio Divina Provvidenza e con il patrocinio del Comune, oltre alla solida collaborazione con la Pro loco per quanto riguarda l’aspetto culinario. Inoltre, in occasione della celebrazione, il santuario è stato rinnovato al suo interno, in particolare grazie alle donazioni che hanno permesso di modernizzare la sagrestia e l’altare, impreziosito dalla moquette, senza dimenticare il gruppo di cittadine cilavegnesi che si occupa della manutenzione nel corso di tutto l’anno. Per quanto riguarda il programma religioso, in preparazione alla festa, sono previsti il Santo Rosario alle 20 e 30 e la celebrazione eucaristica alle 21, iniziati lunedì 18 e che proseguiranno fino a lunedì 25 luglio. Poi, sabato 23 si aprirà il vero e proprio programma della manifestazione, con la solenne processione delle 21 (che mancava da tre anni) che partirà con la statua di Sant’Anna dalla chiesa parrocchiale e arriverà al santuario, con la partecipazione di diverse associazioni e organizzazioni, tra cui Pro loco e Croce rossa. A partire da domenica 24, poi, le celebrazioni eucaristiche si amplieranno (ore 8 e 30, 11, 18) e alle 18 e 45 ci sarà la tradizionale benedizione degli automezzi impartita dal parroco. Nella mattinata di lunedì inoltre, i fedeli potranno ricevere il sacramento della Confessione in parrocchia. Infine, martedì 26 luglio il programma terminerà con la storica benedizione dei bambini alle 16 e 30, le celebrazioni eucaristiche e le confessioni in santuario. Pezzo forte della solennità sarà anche il programma folkloristico, che prevede servizio bar, bancarelle di oggetti religiosi e il tradizionale banco di beneficenza, che apriranno dalle 20 di sabato 23 luglio e nei seguenti giorni fin dalle 7 e 30 (eccetto lunedì 25 che saranno disponibili dalle 14). Nella giornata di domenica 24 ci saranno anche il pranzo dalle 12 e 30, e la cena dalle 19 (a base di carne e prodotti tipici), nelle tensostrutture poste vicino al santuario. Per informazioni e prenotazioni contattare il 342 1879699. L’ultima giornata di festa sarà martedì 26 (giorno di Sant’Anna) con la cena a partire dalle 19 e infine, alle 23, il grande spettacolo di fuochi artificiali organizzato grazie alla collaborazione con la ditta Pyrodreams di Bernocco, con un finale che si preannuncia sicuramente scoppiettante.

Marco Schiavetta