Cia Pavia: il clima non dà tregua agli agricoltori, prosegue la conta dei danni

PAVIA - I tecnici di Cia Agricoltori Italiani Pavia sono al lavoro per mappare i danni lasciati dall’ennesimo evento climatico estremo manifestatosi nella scorsa notte, con forte vento associato a intense grandinate. L’Oltrepò Pavese orientale è stato particolarmente colpito con l’interessamento dell’area vitivinicola, Valle Versa e Valle Scuropasso in primis. Fra i comuni dove si segnalano danni a colture, edifici rurali e anche civili abitazioni risultano Cigognola, Montecalvo Versiggia, Santa Maria della Versa e Pietra de’ Giorgi. Allagamenti, fiumi di fango ed alberi caduti i danni più visibili. “Purtroppo, a seguito dei sopralluoghi eseguiti dal nostro personale nei vigneti – afferma il Presidente di Cia Carlo Emilio Zucchella - le viti risultano gravemente danneggiate. Alcune piante sono completamente defogliate o abbattute dal vento, i grappoli sono irrimediabilmente compromessi dalla grandine e nelle zone colpite si stima un danno fra il 70 e il 100% della produzione. Lavoreremo fianco a fianco con le aziende e gli enti locali per una tempestiva segnalazione dei danni, augurandoci che il clima dia tregua alle coltivazioni delle nostre aziende, già sofferenti per la severa siccità degli ultimi mesi”.