Chiusi da ottobre e senza sussidi da novembre: adesso le palestre sperano di poter aprire in estate

Chiuse da ottobre e senza ristori da novembre, le palestre sembrerebbero essere state completamente dimenticate dal Governo, anche in occasione della Giornata Mondiale dell’Attività Fisica che si è tenuta lo scorso martedì 6 aprile.

La speranza di Gabriele Daglio, titolare di Fitness Program in piazza Italia, è di poter tornare finalmente a lavorare durante i mesi estivi. Nel frattempo, le spese di gestione ci sono sempre, mentre i sostegni economici non arrivano da mesi. Per restare in contatto con i clienti, Gabriele Daglio (nella foto) ha trasferito l’attività fisica online, attivando corsi di allenamento a corpo libero o con piccoli attrezzi facilmente reperibili da tutti.

“Il nostro settore – afferma Gabriele Daglio – è senza dubbio uno dei più colpiti. Siamo chiusi dal 24 ottobre 2020 e ancora, ad aprile 2021, non sappiamo quando potremo riaprire. Anche nella zona bianca in Sardegna le palestre erano chiuse, e l’ultimo piccolo aiuto economico è arrivato a metà novembre”.

Per ora, dunque, le palestre sono completamente tagliate fuori dalle riaperture. Nessuno se ne è ricordato a Roma, ma magari l’estate potrà portare, oltre al bel tempo, anche qualche bella novità. “In zona gialla, quindi soltanto a partire da maggio – rivela Daglio – potremo svolgere attività all’aperto, attivando lezioni in mini-gruppi. Confidiamo di poter riaprire la palestra a pieno ritmo almeno nei mesi estivi. Da quando è scoppiata la pandemia nel marzo 2020 noi siamo rimasti aperti soltanto a giugno, luglio, agosto e settembre, ovvero i mesi più brutti a livello economico per le palestre. La situazione è difficile, e anni di sacrifici sono completamente andati in fumo. Lo Stato non ha coperto né le nostre spese di gestione né le spese di sanificazione della struttura, che abbiamo dovuto affrontare noi per garantire ai nostri clienti la massima sicurezza. Ringrazio invece l’assessorato allo sport, con il quale ci consultiamo sempre prima di fare qualsiasi cosa, e che si è mostrato molto vicino a noi”. Con il clima mite, la zona gialla (si spera) a maggio e la possibilità di attivare lezioni all’aperto, Gabriele Daglio è già pronto per recuperare nei prossimi mesi tutto ciò che si è perso nell’ultimo periodo.

“L’attività fisica è fondamentale – ribadisce il titolare di Fitness Program – ed è anche una bella occasione per socializzare. La situazione attuale sta provocando stress e difficoltà sia nei giovani che negli anziani. L’attività fisica e, più in generale, il benessere psicofisico, gioverebbe a tutti. Dicono così anche gli psicologi”.

Massimiliano Farrell