Ceretto: via l’amianto dall’ex casa del popolo e “nuova” via Roma

CERETTO – Come una manna dal cielo. Anzi, di più. Sembra che il Covid nei riguardi dei piccolissimi comuni, anziché disintegrarli, abbia pensato di ringalluzzirli. O, almeno, questo accade nei ristori decisi, come sempre, dall’alto. E’ il caso di Ceretto, che grazie all’emergenza e alle risorse destinate per contrastare la più grande pandemia della storia, può far fronte a numerosi interventi sull’edilizia pubblica per oltre 110mila euro. I soldi arrivano in parte da Regione Lombardia (30mila euro) e in maggior quantità dal Governo (81mila). Il malloppo verrà investito interamente sulle proprietà comunali, poche a Ceretto, ma questa è la “destinazione d’uso” del dettato normativo, altro non si può fare, se non con la fantasia. Se si esclude il cimitero del piccolo centro, già oggetto di profondi lavori di riammodernamento negli scorsi mesi, l’azione amministrativa del sindaco Giovanni Cattaneo ha scelto una rotta ben precisa. Il timone è saldamente indirizzato verso la “casa di tutti”, ovvero la sala che ospita il consiglio comunale. “Abbiamo destinato – conferma il sindaco a margine dell’ultima assise comunale dello scorso venerdì 30 luglio – una cifra che supera di poco i 30mila euro per la sala consigliare. Nello specifico, verrà interamente sostituito l’arredo, ma non potremo tinteggiare la stanza, perché quella rientra nella manutenzione ordinaria, mentre i fondi devono essere destinati a quella straordinaria”. Oltre agli arredi, verranno anche acquistate nuove attrezzature per l’ufficio comunale. A Ceretto lavora un solo impiegato, per questo sarà sufficiente l’acquisto di un pc e di nuove apparecchiature telefoniche. Altri 81mila euro invece, questi in arrivo da Roma, verranno investiti su un’altra proprietà comunale, l’ex casa del popolo, oggi sede del Circolo “Il Cerro”. Lì, nell’androne di ingresso alla struttura, insiste da decenni la presenza di cemento amianto sul tetto. E tutto questo Eternit sarà finalmente rimosso. Ma non è tutto. “Sempre grazie agli 81mila euro del Governo – conferma Giovanni Cattaneo – verrà finalmente ultimata l’asfaltatura di via Roma che dal paese porta sulla SP596dir dei Cairoli in direzione Cozzo e Castello d’Agogna proveniendo dall’interno del paese di via Roma”. Il primo tratto di strada era stato asfaltato nei mesi scorsi con un precedente finanziamento.

Riccardo Carena