Carabinieri: il comando della Compagnia al maggiore Paolo Banzatti

VIGEVANO - Passaggio di testimone al comando della Compagnia carabinieri. Emanuele Barbieri lascia l’incarico al maggiore Paolo Banzatti (nella foto). Il militare, originario di Codogno, arriva a Vigevano dal centro di formazione per le unità di polizia impegnate in operazione di pace. Barbieri era arrivato nella città ducale nel 2017 e lascia l’incarico per andare al Tuscania. A Livorno comanderà il reparto addestrativo dei carabinieri paracadutisti. Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza all’Università statale di Milano, Banzatti nel 2000 si arruola nell’Arma dei Carabinieri come Ufficiale di Complemento, svolgendo il servizio di prima nomina presso l’allora Battaglione Allievi Carabinieri ausiliari di Reggio Calabria come insegnante di materie tecniche – professionali; in questo periodo partecipa all’ordine pubblico in occasione del G8 di Genova. Successivamente è trasferito presso il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castrovillari dove per circa 2 anni si occupa di indagini di polizia giudiziaria in ambiente ‘ndranghetista. In seguito frequenta il 45° corso applicativo della durata di circa un anno presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma ed, al termine, viene trasferito alla Compagnia Carabinieri di Gorizia, quale Comandante di N.O.R.

Nel 2011 viene trasferito al Nucleo Radiomobile Carabinieri di Milano in qualità di Comandante della 2^ Sezione del pronto intervento, partecipando all’organizzazione e coordinamento dei servizi di scorta-viabilità in favore dei Capi di Stato e Governo in visita nel Paese in occasione del Semestre di Presidenza Europa 2014, EXPO 2015, nonché del G7 di Taormina nel 2017.