Calcio, Promozione al via col botto: derby Alagna - Robbio

ROBBIO – Succede praticamente di tutto. Ma alla fine Il Robbio riesce con tanta grinta e determinazione ad espugnare il campo del Sedriano, iniziando come meglio non poteva il proprio percorso in Coppa. I padroni di casa in vantaggio con Paoluzzi prima e Di Davide poi, subiscono la spietata reazione dei granata. Gli uomini di Dino Lavenia (nella foto) danno libero sfogo a tutto il loro serbatoio offensivo. Andando a segno con Carvlahno, Penna e con i due sigilli realizzati da Meneghetti. Un 4-2 che premia il carattere dei ragazzi di Lavenia. Attesi ora da un impegno che sulla carta, appare proibitivo. Questo weekend inizierà il campionato di Promozione. Ed il Robbio farà visita all’Alagna. Forse la formazione più accreditata a vincere il titolo e più quotata per approdare in Eccellenza. Se è vero che gli esiti delle partite non li decidono i bookmakers, è altrettanto vero che al Robbio occorrerà sfoderare un’altra partita perfetta per cercare di fare risultato nel tempio dei biancoverdi. “In Coppa è stata premiata la voglia da parte della squadra di portare a casa i tre punti – spiega il ds granata Piero Cordio – nonostante fossimo andati in svantaggio in due occasioni, non abbiamo staccato la spina. Alcune decisioni arbitrali ci hanno penalizzato. Diversi titolari non erano a disposizione. Malgrado ciò, non ci siamo pianti addosso. Non abbiamo alzato bandiera bianca e alla fine siamo riusciti a spuntarla. Domenica dovremo avere lo stesso desiderio di vittoria. L’Alagna è una squadra molto tosta. Sono sicuro che lotteranno fino all’ultimo per vincere il campionato. Noi ad ogni modo non partiamo mai sconfitti contro nessuno. Cerchiamo sempre di scendere in campo con lo scopo di praticare il nostro gioco. Vediamo se in questi giorni riusciremo a recuperare qualche giocatore”. Anche l’Alagna è partita a mille in Coppa, vincendo agevolmente due settimane fa contro il Bressana. Ora, è pronta a mettere le cose in chiaro in campionato. I granata sono avvisati.

Edoardo Varese