Calcio: nel dopo Covid-19 festeggia solo Castelnovetto, promosso in Prima

CASTELNOVETTO - Nella sventura Coronavirus sorride il Castelnovetto di mister Enrico Ruzzoli (nella foto) che, in seguito al consiglio che ha decretato la promozione anticipata dei biancoazzurri, può festeggiare il posto assicurato nella Prima Categoria 2020/2021. I lomellini, complice un percorso senza macchie alcune, hanno dominato in lungo e in largo le altre compagini dimostrando di essere stretti nella categoria di competenza. “È un grande successo frutto dell’immenso lavoro di questi ragazzi – racconta il direttore sportivo Piero Gallina – nonostante la rivoluzione dell’organico siamo riusciti a confermare il trend positivo dello scorso anno superandoci addirittura. Siamo la squadra che ha collezionato più punti di tutti nei gironi di Prima Categoria, questo a dimostrazione della superiorità dimostrata sin qui”. Tempo di festeggiamenti, ma anche di programmazione. Il salto in una nuova dimensione spesso ha delle complicanze e in questo senso il ds biancoazzurro sembra avere le idee chiare: “Nostro compito sarà quello di organizzare una rosa preparata a sufficienza per affrontare al meglio un campionato nuovo, vorremmo riuscire a non fare la parte delle comparse ma seguire la falsariga di questi due anni. Abbiamo riconfermato in toto l’organigramma, dall’allenatore allo staff tecnico e i preparatori, e anch’io mi sento di proseguire questo percorso, per me è il quarto anno consecutivo con questi colori”. Non ci è ancora dato sapere se in un futuro prossimo vedremo una formazione inedita o gli stessi protagonisti di quest’anno scalognato. Ma è certo che il Castelnovetto ha dimostrato grandi qualità ribadendo i concetti di calcio che tanto hanno pagato nella stagione segnata inevitabilmente dal virus. Ora i giocatori avranno tanti mesi – e chissà quanti ancora – per staccare la spina e godersi il momento. E che sia un grande campionato, o almeno è quello che ci auguriamo noi.

Mattia Spitale