Calcio, effetto Manzo su gioco e risultati: 3 a 0 al Pastofrigo Stay, sabato la Pro Palazzolo

CASTELNOVETTO – Riparte il Castelnovetto, che dopo una stagione d’altissimo livello, è pronto a replicarsi. Perché no, cercando di puntare ancora più in alto. Mister Roberto Manzo (nella foto), diventato il nuovo allenatore della squadra, avrà un compito non certo semplice da portare a termine. Proseguire l’ottimo lavoro fatto durante il corso degli scorsi anni da Enrico Ruzzoli. Manzo è un allenatore che porta con sé un bagaglio ricco di esperienze vissuti nel calcio piemontese. La sua carriera da allenatore ha avuto inizio nel lontano 1993, nelle giovanili della Pro Vercelli. Successivamente, ha avuto modo di guidare le giovanili del Casale Monferrato e della Biellese. Proprio nella Biellese ha avuto un contatto diretto con la Serie C, avendo ricoperto l’incarico di allenatore in seconda ai tempi della gestione di Patrizio Sala. I primi anni 2000 sono coincisi con il suo approdo al Dufour Varallo, a cui hanno fatto seguito diverse esperienze nell’Eccellenza piemontese. Negli ultimi anni ha allenato il Greggio, la Virtus Vercelli e gli Orizzonti in Prima categoria vercellese. Per finire l’esperienza al Bresso, in Promozione milanese. Per disputare un’altra grande annata, affidarsi a Manzo, potrebbe rappresentare una buona strategia. Intanto, sono arrivati segnali incoraggianti dalla prima amichevole che ha visto il Castelnovetto sbarazzarsi del Pastorfrigo Stay con un sonoro 3-0, formazione di Promozione. A segno, tanto per cambiare, Finesso, Chieregato e Vicini. “I ragazzi stanno bene e sono carichi per l’inizio del prossimo campionato – afferma il vicepresidente del Castelnovetto Riccardo Scafidi – sabato giocheremo un’altra amichevole, contro la Pro Palazzolo, squadra di Prima categoria piemontese. Sarà un’occasione per collaudare altri schemi di gioco e per testare ulteriormente la preparazione generale della squadra. Vogliamo ripartire da dove ci siamo fermati”.

Edoardo Varese