Calcio al palo, Castelnovetto: “Perchè non scontare le quote di iscrizione?”

CASTELNOVETTO - “Penso che questi 50 milioni di contributi dal Governo serviranno maggiormente a coloro che desiderino usufruirne per investirli in qualcos’altro. - afferma il vicepresidente del Castelnovetto Riccardo Scafidi (nella foto) – Non credo che al momento possano essere d’aiuto alle società della nostra zona. Ci auspichiamo che, qualora venisse confermata l’ipotesi di riprendere a giocare a febbraio, vengano scontati i mesi che non sono stati disputati direttamente dalla quota d’iscrizione per il campionato della prossima stagione. In tal modo i costi che deriverebbero da questa spesa sarebbero più sostenibili. Ora c’è il virus ed è giusto rimanere fermi. Ad ogni modo ci faremo sempre trovare pronti ad accettare ogni decisione in merito al ritorno sul manto verde”.

Edoardo Varese