Bonus spesa, poche domande: per i mortaresi scatta la proroga, disponibili ancora 35mila euro

MORTARA – Bonus spesa: sulle 231 domande protocollate, 190 sono state accettate. Il Comune ha già iniziato a distribuire i voucher, pensati in tagliandi del valore di 20 euro, per il sostegno all’acquisto di generi alimentari. Nel complesso nelle tasche di questi mortaresi finiranno circa 50mila euro da usare esclusivamente per acquistare generi di prima necessità. Intanto l’assessore ai servizi sociali prolunga i termini per poter fare richiesta del bonus. Ora c’è tempo fino al 22 aprile. Intanto è già iniziata la consegna dei voucher già assegnati. Gli aventi diritto saranno contattati telefonicamente e, solo dopo aver fissato un appuntamento, potranno recarsi presso gli uffici di piazza Martiri della Libertà per ritirare il coupon. “Fino al 22 aprile – spiega l’assessore ai servizi sociali Paola Baldin – è ancora possibile presentare la domanda. Degli 85mila euro stanziati, ne sono ancora disponibili 35. Con questo secondo bando crediamo di riuscire ad allocare tutte le risorse economiche destinate al sostegno alla spesa. In questo modo anche chi si è visto respingere la prima richiesta a causa dell’incompletezza della documentazione avrà una seconda possibilità. Sulle 231 domande 26 non sono state valutate per la mancanza di tutte informazioni necessarie, mentre le altre 15 sono state rigettate per la mancanza dei requisiti. Ricordo che i cittadini che intendono usufruire di questa misura di sostegno economico non devono essere titolari di alti bonus”. I voucher sono da 100 euro a persona, fino ad un massimo di 400 euro per nucleo famigliare. La somma potrà essere spesa nei negozi mortaresi che hanno aderito all’iniziativa. Non molti, come lo stesso assessore Paola Baldin (nella foto) non ha potuto far altro che constatare. I market sono: i due Gulliver (via del Cannone e piazza Trieste), MD e LIDL. Tra i generi alimentari ci sono la salumeria gastronomia Guarnaschelli, Frutta e verdura di Raffaella Balduzzi, Panificio Moderno, Pasta fresca Lalla, panetteria il Fornetto. Tra le farmacie, al momento, il bonus sarà accettato solo dalla Farmacia Corsico. Infine, tra i generi vari, “Happy Bebè” di Valerio Pelli.

Luca Degrandi