Basket: Marco Fogagnolo, comandante in seconda del vascello Parona & Pro Vigevano

VIGEVANO - “Porre un termine ai campionati è stata la decisione più corretta da prendere – afferma Marco Fogagnolo (nella foto), il vice della Pro Vigevano, iscritta al campionato di serie D – ben venga, quindi, e facciamo in modo che prima si privilegi la salute di tutti. Verrebbe da dire che, purtroppo, a lungo andare risentiremo di questo problema, di questo virus, che, chi più chi meno, intacca tutti, a partire dalle aziende, per arrivare ai lavoratori autonomi e a tutte le categorie, per arrivare a chi fa sport e che vede venir meno la sua valvola di sfogo. Se entriamo nel merito della questione costi, tutti sappiamo cosa comporta fare un campionato, quindi dovremo far fronte a una serie di criticità, soprattutto di ordine pratico, che non sappiamo ancora quantificare. Certamente, la voglia di ripartire c’è e anche sentendo i ragazzi nella chat di gruppo, sono molto abbattuti per un finale di stagione così amaro. Fate conto che noi dobbiamo ancora fare la classica foto di squadra, sembrerà assurdo, ma io spero che ci si possa ritrovare, almeno una volta, per compiere questo ‘rituale’ anche quest’anno. Per il futuro, la voglia di andare avanti c’è, ma è necessario far fronte a una serie di problemi. Speriamo che la Federazione possa venirci incontro, perché, inutile precisarlo, partecipare ai campionati comporta tutta una serie di costi fissi sempre più difficili da sostenere. Le aziende faranno sempre più fatica a sostenerci, in questo mutato scenario economico in cui saranno costrette a preoccuparsi della cassa integrazione per i loro dipendenti piuttosto che a sostenere la pur nobile causa dello sport locale. La nostra passione e il nostro impegno rimarranno immutati, ma restano un sacco di domande senza risposta”.

Nevina Andreta