Basket, gli Aironi chiudono il girone contro Corsico, per Mortara c’è l’esame Nerviano

Con un comunicato diramato lo scorso 30 dicembre, la Fip Lombardia aveva deliberato che “le partite di tutti i campionati – senior, giovanili, minibasket – compresi i recuperi già programmati e Coppa Lombardia, sono sospese fino a domenica 16 gennaio 2022 compreso”.

Con un successivo comunicato, datato 14 gennaio, veniva “confermato il ritorno all’attività agonistica delle partite dal 17 gennaio per i campionati di C Gold, C Silvr, B femminile e le giovanili d’Eccellenza.

Gli altri campionati senior maschili e femminili riprenderanno il cammino previsto dal calendario a partire dal 31 gennaio”.

In questo weekend, quindi, l’Expo (nella foto) e gli Aironi torneranno sul campo, i primi per cercare di dimostrare che, anche fuori casa, si può avere personalità e carattere, i secondi per mettere il sigillo sulla prima fase con sei punti di distacco dalla prima inseguitrice.

Prima di averne la prova provata sul parquet, sarebbe interessante stabilire come le due società abbiano vissuto questa sosta forzata, considerandola come un male necessario o come un intervallo utile per mettere a punto certi meccanismi. Sembrerebbe naturale dedurre che Robbio possa averla subita come un’interruzione sgradita nella sua marcia trionfale da capolista, ma Pier Zanotti la racconta con molta serenità, e il suo resoconto non fornisce il benché minimo segnale di insofferenza.

“Sì, domenica chiudiamo il girone – conferma il coach - che abbiamo già vinto, ma, considerato che nel secondo step si riportano tutti i punti, anche quest’ultima sarà una partita di grande importanza. Certamente, come credo quasi tutti, abbiamo avuto una ripartenza difficoltosa per i noti motivi, ma tutto sommato ci stiamo preparando. Abbiamo ancora due allenamenti per verificarlo...vedremo. Corsico, la nostra prossima avversaria, è squadra “particolare” dedita alla difesa a zona e con un attacco che rivela ben pochi punti di riferimento, sono stati fermi per Covid a dicembre e riprendono stasera con un recupero a Voghera. Dal canto nostro, cercheremo di essere pronti…”.

Anche all’Expo la sosta sembrerebbe aver fatto bene, per “registrarsi” e cercare di riportare in primo piano l’idea di gruppo, che si muove compatto alla ricerca del risultato.

“Ammesso che non intervengano nuove disposizioni all’ultimo momento – spiega Alfonso Zanellati – sembra proprio che questa settimana si riprenda a giocare. Nel frattempo, noi non abbiamo mai smesso di allenarci, neppure durante le festività, anche se, come è facile immaginare, difficilmente eravamo al completo. Da oggi tutti i giocatori in rosa dovrebbero tornare a essere disponibili, e questo ci consente di preparare convenientemente il prossimo match. La nostra avversaria di domenica, Nerviano, è una squadra strana, che potrebbe stupire con risultati al di sopra delle aspettative e perdersi in un bicchier d’acqua al cospetto di un impegno sulla carta più semplice, un po’ come noi, del resto… Più che battere Nerviano, il nostro obiettivo sarà quello di sconfiggere il mal di trasferta. Al palazzetto di Parona, con l’eccezione della partita con Milano3, abbiamo sempre fatto una discreta figura, è fuori casa che perdiamo la nostra identità e i punti di riferimento. Poi, altro aspetto da non sottovalutare, è il loro campo di gioco, tradizionalmente ostico per tutti. Come predico sempre, i nostri giocatori più esperti dovranno mantenersi costantemente lucidi, farsi trovare pronti e inventarsi le giocate giuste per risolvere la situazione, se dovesse diventare particolarmente complicata”.

Nevina Andreta