Ats Pavia: 1.909 studenti coinvolti nell'indagine dell'OMS sulla salute dei preadolescenti


Sono 1909 gli studenti delle scuole secondarie di I e II grado della provincia di Pavia che hanno risposto all’appello di ATS Pavia aderendo allo studio “HBSC – Health Behaviour in School-aged Children”, patrocinato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con l’obiettivo di descrivere e comprendere fenomeni e comportamenti correlati con la salute nella popolazione preadolescente. Il progetto promosso su tutto il territorio italiano dal Ministero della Salute e dell’Istruzione, su coordinamento dell’Istituto Superiore di Sanità, nello specifico, ha coinvolto gli studenti pavesi di 21 classi prime delle scuole secondarie di 1° grado, 21 classi terze delle scuole secondarie di 1° grado, 22 classi seconde delle scuole secondarie di 2° grado e 28 classi quarte delle scuole secondarie di 2° grado.


Obiettivo: monitorare la salute degli adolescenti, concentrando l’attenzione su abitudini alimentari, attività fisica, tempo libero, comportamen­ti a rischio, contesto familia­re, ambiente scolastico e gruppo dei pari. Inoltre, l'indagine permetterà di conoscere l'impatto che la pandemia da Covid-19 ha avuto – e sta tutt’ora avendo – sulla vita e sulle abitudini degli adole­scenti e delle loro famiglie.


La ricerca prevede un questionario anonimo – previsto in quattro versioni a seconda della fascia d’età coinvolta – che viene auto-compilato dagli studenti. Seppure standard, il protocollo prevede anche che ogni Paese e ogni regione possa decidere di approfondire alcune tematiche specifiche. Oltre, quindi, alle quattro macro-aree indagate a livello nazionale (contesto socio-economico di origine, contesti di vita e relazioni sociali, stili di vita e salute e benessere percepiti), Regione Lombardia ha ritenuto doveroso indagare anche: azioni per controllare il peso, fumo, amici e alcol, droghe, GAP-SOGR, soddisfazione dei rapporti familiari, monitoring parentali, health literacy, capitale sociale, autoefficacia, autopercezione benessere economico, benessere mentale, comportamenti autolesionistici, gaming, motivazione/ostacoli attività fisica, salute orale, familiari non autosufficienti, profitto scolastico. Sempre attraverso un questionario anonimo, il questionario viene sottoposto anche agli insegnanti delle classi campionate e ai loro Dirigenti Scolastici.


I questionari saranno raccolti fino al 21 maggio e i risultati dell’indagine saranno resi pubblici nei prossimi mesi.


La raccolta dati HBSC è realizzata grazie alla collaborazione tra gli operatori di ATS Pavia, l’Ufficio Scolastico Territoriale, i ragazzi, le famiglie, gli insegnanti e i dirigenti scolastici delle scuole coinvolte.