AsMortara approva il bilancio da record: utile da un milione, più 300mila euro rispetto al 2018

Numeri da record per il super bilancio 2019 di AsMortara. Il gruppo presieduto da Simone Ciaramella (nella foto) ha infatti chiuso i dodici mesi appena trascorsi con un utile di un milione di euro. Un risultato sorprendente e in crescita di oltre 300mila euro rispetto al già ottimo rendiconto del 2018. Per l’amministrazione, AsMortara ha spesso rivestito il ruolo della gallina dalle uova d’oro, oltre ad essere il salvagente per salvare il bilancio pubblico da un crack causato da un rosso da circa un milione e 300mila euro. Quest’anno l’azienda ha rimpinguato le casse pubbliche con un assegno da 500mila euro, somma necessaria per rispettare il piano di rientro stilato dall’ente pubblico. Però il compito di AsMortara non è quello di tappare i buchi. Almeno non quelli del bilancio del municipio di piazza Martiri della Libertà. “Sono molto soddisfatto - commenta infatti il presidente Simone Ciaramella - non tanto per il risultato economico, ma per le cose che abbiamo fatto a favore dei cittadini. Il nostro compito è quello di fornire un servizio idrico all’altezza delle esigenze delle famiglie. Proprio per questo voglio sottolineare come, nel corso del 2019, abbiamo fatto investimenti per un milione e 600 mila euro. A questa somma si devono aggiungere i 765mila euro messi sul piatto per le manutenzioni straordinarie. Se dividiamo queste cifre per i 12mila utenti a cui ci rivolgiamo risulta un investimento pro capite di circa 200 euro. L’equivalente di una bolletta media pagata in un anno. Sono numeri notevoli se paragonati alle dimensioni ridotte della nostra realtà”. Sostanzialmente i conti di AsMortara, che si occupa di igiene urbana, sono rimasti invariati con un utile di 30mila euro. Cresce invece l’utile di AsMia, che passa dai 199mila euro del 2018 ai 705mila del 2019. L’utile di AsMare si attesta invece sui 190mila euro. “Il bilancio sconta i meno 230mila euro derivanti dalla svalutazione delle quote Clir - conclude Simone Ciaramella - nonostante questo chiudiamo il 2019 con un utile di esercizio, considerando la somma delle tre società, di un milione di euro. Contro un utile di esercizio dell’anno precedente di 708mila euro. Quindi è stato realizzato un maggior risultato utile per circa 300mila euro”.

Luca Degrandi