Asilo sanificato e giochi sotto vuoto, ma si ripartirà con meno bambini in classe

MORTARA - Luigi Tarantola ritorna all’asilo... in sicurezza. Infatti nei giorni scorsi è stato formato il comitato di gestione dell’asilo comunale che accoglie i bambini da zero a tre anni. “Noi siamo pronti a ripartire – commenta Luigi Tarantola – ma ora attendiamo indicazioni certe dal Governo. Nel frattempo abbiamo eseguito la sanificazione di tutti gli ambienti, dei mobili e dei giochi. Questi ultimi sono stati incellophanati in modo da evitare che si depositasse la polvere”. Resta però un grande punto di domanda su quello che succederà a settembre. “Se ci saranno le condizioni per riprendere le lezioni – continua l’assessore – saremo lieti di accogliere di nuovo i bimbi da zero a sei anni. Per rispettare il rapporto tra bambini e operatori abbiamo dovuto ridurre il numero degli iscritti. Ora disponiamo di 25 posti, anziché i consueti 34”. Intanto in Comune sono già arrivate 21 domande di iscrizione. Restano solo quattro posti liberi. Ma non è tutto, infatti nelle settimane scorse la giunta ha ricevuto dalla Regione un contributo di 52mila euro per abbattere il peso delle rette sulle tasche delle famiglie. Questi fondi rappresentano davvero una boccata d’ossigeno per le famiglie con bambini nella fascia zero a sei anni che frequentano il Regina Pacis, la Marzotto e il nostro asilo comunale. “Con l’aiuto economico – conclude Luigi Tarantola - garantiamo un importante sostegno alle fasce sociali più in difficoltà, con un particolare occhio di riguardo per i bambini affetti da handicap e per le famiglie monoreddito”. La distribuzione dei fondi avviene in base al numero di iscritti. Alla Regina Pacis, con 81 bambini, vanno oltre 13mila euro. Alla Marzotto, con i suoi 107 iscritti, spettano oltre 18mila euro e all’asilo comunale arrivano 5mila e 790 euro. Infine gli ultimi 15 mila euro del fondo nazionale sono stati accantonati per il coordinamento della rete di sostegno agli asili e scuole paritarie.

Luca Degrandi