Addio a Walter Pagliari, imprenditore amante dei motori e della velocità

VIGEVANO - Aveva sconfitto il Coronavirus, ma il suo cuore non ha retto a questa lotta impari. Domenica scorsa, 26 aprile, Walter Pagliari (nella foto al centro in tuta bianca e rossa) si è spento a Montescano, dove era ricoverato per la riabilitazione in seguito al contagio da Covid-19. Aveva 78 anni ed era appena stato sottoposto al secondo tampone, risultato negativo, ma il suo cuore si è fermato in quest’ultima corsa. Pagliari era noto per le due grandi passioni della sua vita: il lavoro e le auto. Nel 1970 ha aperto la rivendita di carrelli elevatori, dopo aver gestito la concessionaria Simca di Vigevano. Amante dei motori, ha saputo coniugare il lavoro con la velocità. Prima iniziando a gareggiare in moto per passare poi alle automobili. Nel 1962 l’esordio agonistico con un team novarese, poi una lunga carriera tra rally, slalom e Formula Challenge, prima con la Fiat X1/9 Dallara e poi con il prototipo Osella Bmw. Walter Pagliari è stato assoluto protagonista delle gare in salita sulle alture della liguria: competizioni che lo hanno visto gareggiare sotto le insegne della Scuderia del Grifone. Negli anni ha trasmesso la sua passione anche ai figli Marco e Daniele. Nei primi anni 2000 il “Team Pagliari” annoverava tre piloti: Walter, impegnato negli slalom e nei Formula Challenge nella categoria Sport Prototipi con l’Osella Bmw, il secondogenito Marco in pista su una Lotus tra i Prototipi e il primogenito Daniele con una Fiat X19 Dallara 1600 nelle vetture Derivate di serie.